UltimaEdizione.Eu  > 

300 i migranti affogati nell’ultima disgrazia. Arrestati i 5 scafisti . Il Papa: respingerli è “atto di guerra”

300 i migranti affogati nell’ultima disgrazia. Arrestati i 5 scafisti . Il Papa: respingerli è “atto di guerra”

Cinque sospetti scafisti arrestati perché ritenuti parte della manovalanza che ha organizzato il trasporto di migranti dalle coste della Libia verso l’Italia a bordo di un peschereccio che si è capovolto all’arrivo di una nave di soccorso. Dei 700 che si ritiene fossero imbarcati ne sono stati salvati solo 373 e 26 sono stati raccolti cadavere. Gli altri sono calati a picco con il vecchio mezzo. Potrebbe trattarsi di circa 300 persone.

Gli arrestati sono tre libici e due algerini accusati di omicidio plurimo e traffico di esseri umani. Erano tra i migranti sbarcati a Palermo dalla nave che li ha recuperati e che fa parte dei mezzi italiani ed europei utilizzati per la gestione dell’operazione Triton organizzata dalla Commissione europea.

La polizia italiana è stata informata dagli altri migranti a bordo che i cinque avrebbero picchiato ed accoltellato alcuni di loro che, nella stragrande maggioranza dei casi, sembra siano di origine siriana.

Papa Francesco è tornato a parlare del dramma dei migranti ed ha detto, rivolgendosi ai ragazzi del Movimento Eucaristico Giovanile, che il loro respingimento equivale ad un “atto di guerra”.