UltimaEdizione.Eu  > 

Sospeso generale Usa M.T. Harrison Senior per non aver indagato a fondo su caso di violenza sessuale.

Si tratta dell’ultimo di una lunga serie di ufficiali a finire nei guai per la questione. Il generale è accusato di aver “fallito nel suo doveri di comandante, di non aver segnalato e non aver correttamente indagato su di una aggressione a sfondo sessuale. Il generale Michael T. Harrison Sr era il comandante delle forze dell’esercito degli Stati Uniti in Giappone.

L’esercito Usa non ha rivelato ulteriori dettagli sullo svolgimento della vicenda per la quale sarebbe mancato l’adeguato intervento del generale Harrison.

Il Congresso ed il Presidente Obama stanno premendo sul Pentagono per reprimere i crimini sessuali in risposta a quello che sembra un fenomeno in aumento. Alcuni parlamentari ed organizzazioni varie hanno accusato i militari di favorire un clima ed una cultura di tolleranza di questi tipi di abusi, oltre che scoraggiare le vittime dal denunciare i responsabili.

Il 21 maggio,comunque, il generale di Brigata dell’esercito, Bryan T. Roberts, comandante a Fort Jackson, nella Carolina del Sud, è stato sospeso con l’accusa di avere aggredito una sua amante.
Un altro generale ad una stella, Jeffrey Sinclair, l’ex vice comandante della 82 ª divisione aerotrasportata, sta per affrontare la corte marziale con l’accusa di aver violentato un capitano di sesso femminile. Nello scorso mese di marzo, il Generale Ralph O. Baker, che ha guidato una forza anti-terrorismo in Africa, è stato licenziato per presunto tento stupro di una donna mentre era sotto l’influenza di alcool.