UltimaEdizione.Eu  > 

l’Italia tace sulle intercettazioni Si vede che hanno spiato tutti fuorché italiani Palazzo Chigi e Farnesina non ci rispondono

l’Italia tace sulle intercettazioni  Si vede che hanno spiato tutti fuorché italiani  Palazzo Chigi e Farnesina non ci rispondono

L’Italia non ha niente da dire sullo scandalo esploso con le rivelazioni sull’esistenza di una continua operazione di intercettazione e registrazione delle conversazioni telefoniche, chat, mail ed utilizzazione delle carte di credito da parte dei servizi segreti britannici e statunitensi?

RomaSettimanale.it, forse unico nel panorama dell’informazione italiana, ha dato un ampio resoconto sulle proteste ufficiali che il Governo della Repubblica Federale Tedesca ha ufficialmente avanzato nei confronti delle autorità britanniche e delle lamentele espresse dalla signora Angela Merkel, da noi tanto criticata per altre cose, perché il Presidente degli Usa, Barak Obama, non ha fornito spiegazioni sufficienti a chiarire tutti gli aspetti della vicenda esplosa solo grazie alle rivelazioni del “The Guardian” di Londra che ha intervistato la più grande “ talpa” di tutti i tempi dell’attività spionistica: Edward Snowden.

Sulla base di queste premesse, RomaSettimanale.it ha interpellato sia l’ufficio Stampa della Presidenza del Consiglio dei Ministri, sia quello della Farnesina per sapere se il Presidente Enrico Letta ed il ministro Emma Bonino, avessero ritenuto opportuno chiedere delle informazioni se non, addirittura, delle spiegazioni sul comportamento di paesi che sono amici dell’Italia. Molto amici, anzi sarebbe da precisare. E con i quali noi vogliamo continuare ad essere amici.

RomaSettimanale.it ha chiamato ben due volte i due uffici stampa ed ha inviato, su loro richiesta, una mail scritta di richiesta di informazioni. Si voleva sapere se, al pari dei tedeschi, fosse stata avanzata nei giorni scorsi , da parte del nostro Governo, una garbata richiesta di informazione. Quanti gli italiani intercettati? Sulla base di quali sospetti certi? Sulla scia di una disposizione di un magistrato?
conferenza stampa
Non abbiamo ricevuto alcuna risposta. Né dall’uno né dall’altro ufficio stampa. Si vede che era proprio difficile rispondere che nonostante sia risaputo che cittadini italiani e, persino, delegazioni ufficiali italiane presenti ad eventi come il G7, il G8 ed il G20 sono state intercettate e registrate, il nostro Paese preferisce restare zitto. Oppure, che ha intenzione di battersi come un leone nel corso del prossimo vertice di Bruxelles perché venga fatta piena luce su quella che resta una brutta storia.

Forse Enrico Letta ed Emma Bonino pensano di essere rispettati di più nel mondo se fanno finta di niente?

Giancarlo Infante