UltimaEdizione.Eu  > 

Arabia Saudita: preghiera del venerdì insanguinata da kamikaze che uccidono in moschea

Arabia Saudita: preghiera del venerdì insanguinata da kamikaze che uccidono in moschea

Quattro persone sono state uccise e altre 18 sono rimaste ferite a causa di in un attentato kamikaze compiuto contro la moschea sciita Imam Rida Moschea di Mahasen nella regione di al-Ahsa nella parte orientale dell’Arabia Saudita.

Si è trattato di due attentatori suicida di cui uno si è fatto esplodere durante la preghiera del venerdì dopo che le guardie di sicurezza hanno provato ad impedire loro di entrare nel luogo di culto. Il secondo è stato colpito prima che riuscisse a far detonare la cintura esplosiva che indossava.

Nessuna rivendicazione è giunta finora, ma l’Isis ha organizzato numerosi attemtati del genere contro luoghi di preghiera frequentata dalla popolazione sciita che rappresenta il 15% circa di tutti gli abitanti dell’Arabia Saudita.

E’ stato così alla fine dello scorso mese di ottobre per un altro attentato suicida contro la moschea sciita della città di Najran e prima ancora, ad agosto 2015, nella città di Abha dove sono morte quindici persone e nove sono rimaste ferrite.