UltimaEdizione.Eu  > 

Nuove scosse di terremoto. Decine di migliaia gli sfollati. Chiuse le scuole a Roma

Nuove scosse di terremoto. Decine di migliaia gli sfollati. Chiuse le scuole a Roma

Nuove scosse di terremoto colpiscono l’Italia centrale a cavallo delle province di Macerate Perugia. Aggravate le già difficili condizioni di un’ampia zona colpita dal sisma del 24 agosto e da quello di due mesi dopo. Località come Norcia, Ussita, Pirci, che avevano resistito ai già forti movimenti tellurici di questi ultimi due mesi, non ce l’hanno fatta e sono adesso un cumulo di macerie.

La popolazione deve essere sfollata e, anche sotto questo profilo, le criticità non mancano. Sono già esplose delle polemiche innescate dalla decisione di spostare la gente sul litorale marchigiano e per il fatto che si sarebbero persi due mesi per allestire situazioni di emergenza alternativi a quelle previste in caso di abbandono di località cui i residenti sono molto attaccati.

Secondo alcune stime pessimistiche, potrebbero essere fino a centomila le persone da trasferire in una zona che riguarda l’Umbria, le Marche ed il Lazio, dove lo sciame sismico continua a presentarsi con forti scosse, le quali in alcuni casi mantengono valori alti, tra i 3.0 e i 4.0.

Tracciato sismografo

Tracciato sismografo

Le conseguenze del movimento tellurico si sono fatte sentire fino a Roma dove le linee della metropolitana sono state chiuse per circa sei ore al fine di consentire le adeguate verifiche sulla sicurezza delle strutture e della linea ferroviaria. Conseguenze anche per taluni edifici. Emblematica la spaccatura presentata dalla Basilica di San Paolo fuori le mura.

Lungo la Circonvallazione Clodia, al nord di Roma, la strada è stata interrotta a causa delle lesioni che le scosse hanno provocato ad un edificio abitativo per il controllo del quale sono dovuti intervenire i Vigili del fuoco.

Molto colpita la mobilità stradale lungo la Salaria. Dopo le vicissitudini conseguenti al terremoto di agosto che ha creato problemi nella zona di Amatrice ed Arquata del Tronto, si sono aggiunti nuovi problemi a seguito del crearsi delle vere e proprie spaccature nel manto d’asfalto in più punti e per lo straripamento del fiume Nera a causa di una frana che ha ostruito il letto naturale.

Di seguito l’elenco dei comuni più vicini all’epicentro dell’ultima scossa di intensità di magnitudo 4.2

Comune Prov Dist Pop
Norcia PG 3 4915
Cascia PG 8 3248
Preci PG 13 757
Poggiodomo PG 14 135
Cerreto di Spoleto PG 15 1122
Castelsantangelo sul Nera MC 15 310
Accumoli RI 15 653
Monteleone di Spoleto PG 17 626
Arquata del Tronto AP 17 1287
Cittareale RI 18 470
Vallo di Nera PG 18 401
Visso MC 18 1180
Sellano PG 19 1140