UltimaEdizione.Eu  > 

Nel 2020: la metà dei britannici sarà malata di cancro

Nel 2020:  la metà dei britannici  sarà malata di cancro

Le percentuali di ammalati di cancro nel regno Unito sono in aumento. Si prevede che, entro il 2020, quasi la metà dei britannici svilupperà la malattia in qualche forma. Ma non c’è da preoccuparsi: aumenterà anche il numero di chi sopravviverà. Queste le previsioni di una ricerca elaborata dal “Macmillan Cancer Support” un’organizzazione che dal 1911 si occupa di ricerca ed assistenza in materia di tumori.

Secondo la ricerca, l’incidenza del cancro è aumentata di più di un terzo negli ultimi 20 anni. Nel 1992 circa una persona su tre (32per cento), è morta in Gran Bretagna a causa della malattia. Nel 2010, la percentuale é salita al 44 per cento. La tendenza, così, è prevista in ulteriore ascesa visto che fra sette anni è prevista al 47 per cento.

cancrogb1 World-Cancer-Day-quattro-miti-da-sfatare_h_partbL’invecchiamento della popolazione è la principale causa del fenomeno, anche se i fattori di stile di vita come la cattiva alimentazione, consumo di alcol e l’inattività fisica costituiscono ulteriori cause aggiuntive. La situazione pone delle questioni drammatiche ed urgenti al sistema sanitario nazionale, sostiene Ciarán Devane, alla guida dell’organizzazione Macmillan: “ha bisogno di intraprendere un cambiamento fondamentale verso una corretta dopo-cura dei pazienti, con molta più assistenza fornita al di fuori degli ospedali, a casa della gente, ed un migliore impegno con i pazienti nel coinvolgerli nella loro cura “.

cancrogb3Come per tutte le notizie cattive, però, c’è un seguito positivo: la percentuale di persone che sopravviveranno ad uno dei circa 200 tipi di cancro che li colpirà, raggiungerà il 38 per cento Un andamento, anche questo, in salita visto che nel 1992 si trattava del 21per cento e del 35 per cento nel 2010.

Il Governo britannico si vuole impegnare per ridurre, entro il 2015, di circa 5.000 unità il numero delle persone che ogni anno muoiono. E questo attraverso la diagnosi precoce, un trattamento migliore ed una migliore post-terapia.

L’obiettivo più ambizioso è quello di ridurre la mortalità prematura in Inghilterra di circa il 20 per cento, risparmiando potenzialmente 30.000 vite all’anno. Gli sforzi nella lotta contro il cancro si sono concentrati, finora, sull’identificazione di quelli al colon-retto ed al polmone.

John Balcony