UltimaEdizione.Eu  > 

“Genius Loci” chiave del turismo

“Genius Loci”  chiave del turismo

Un’idea di percorso turistico alternativo. “Genius Loci”, ovvero la genialità dei luoghi. Un concetto guida che ci condurrà nella nostra ricerca e che ci supporterà nell’osservazione dei fenomeni e dei luoghi. Nella religione romana il concetto “Genius Loci” era considerato come un’entità soprannaturale, legata ad un luogo o ad un oggetto di culto. Col tempo il significato si è modificato, tanto che oggi, ad esempio nel linguaggio dell’architettura moderna, per “Genius Loci” s’intende il significato culturale e quello emozionale che viene attribuito a un luogo, a uno spazio o a una città.

E’ l’espressione del “carattere” di un luogo, con le sue caratteristiche intrecciate agli usi e costumi degli uomini che abitano quel posto. E’ una sorta di “spiritello” che miscela sia l’identità fisica che culturale del luogo. Identità che sopravvive o muta nel tempo.

genius6La cultura romantica ha riscoperto il concetto del “Genius Loci” tramite l’esperienza dei Gran Tour, che videro in Stendhal un punto di riferimento. In questo caso il “Genius Loci” assume il ruolo di porta temporale con cui stabilire un contatto con i nostri predecessori.

Nella società attuale in continuo fermento e cambiamento, dove il concetto di spazio e tempo subiscono rapidi mutamenti, non possiamo considerare il “Genius Loci” solo come “spiritello” della zona o come richiamo storico. E’ come se si stabilisse una connessione spirituale, emotiva e culturale con un luogo e col suo territorio.

Ci sono luoghi in cui il “Genius Loci” è associato a un monumento, a un personaggio. Se pensiamo a luoghi sacri come Fatima, Lourdes o Assisi, in essi ritroveremo la presenza di un’entità divina che ci parla, un’atmosfera dove si respira la sua presenza.

Tuttavia le persone “respirano il Genius Loci” di un ambiente quando ne hanno piena coscienza. Ognuno di noi è attaccato a un luogo d’infanzia, a un ricordo, a un affetto. Un albero, una panchina, un muretto sono elementi che possono sussurrarci storie senza logica. Ciò avviene in quanto alla fonte vi è un processo di suggestione.

genis30 PARIGI-spendo-menoOltre ad un “Genius Loci individuale”, vi sono anche “Genius Loci” detti “preconfezionati”. Sono quelli offerti a ognuno di noi quando ci rechiamo in luoghi come Roma, Parigi o New York. Qui il “Genius Loci” non è da ricercare, ma si presenta, si manifesta nel suo valore storico e culturale, come se fosse una cartolina. Il Colosseo, la Tour Eiffel e l’Empire State Building sono gli esempi classici di “fruizione collettiva” di emozioni e di suggestioni. Ora è possibile ritrovare il “Genius Loci” di una città o di un’intera Provincia?

In una società dove globalizzazione e polisemicità,ovvero circostanze e luoghi dai molteplici significati, divengono con maggiore forza le caratteristiche predominanti, non avremo un’identità univoca, come avveniva nel periodo medievale, ma tante identità quante sono le forme culturali e sociali che in essa vi possiamo ritrovare. Anche quelli che vengono definiti i non luoghi, come i centri commerciali e gli aeroporti, possiedono la capacità di dar vita al loro “Genius Loci”.

Si ricercheranno i diversi spiritelli che parlano ai vari gruppi sociali e culturali legati emotivamente a quel determinato genius loci, che lo plasmano, lo adattano alla propria esperienza individuale oppure ne genius7 privernodomus_e_terme_copiafruiscono in forma collettiva. Pertanto ricercare il “Genius Loci” di un luogo, risulta un lavoro complesso, che presenta difficoltà diverse a seconda di ciò che viene preso in considerazione.

Ma tutto ciò premesso non esclude che si possa trovare un unico filo conduttore, racchiuso in un brand che comprende coerentemente un “Genius Loci” che fa da attrattore culturale unico per il mercato turistico. Come per la Provincia di Latina, sia per i turisti nazionali che internazionali.

I pilastri su cui dovrebbe poggiare un piano di comunicazione turistico sono: enogastronomia, bellezze naturali e paesaggistiche, sistema museale e monumentale, città di fondazione. Questi 4 forti pilastri per un turismo di qualità vanno cuciti con un “Genius Loci” coerente ed originale, tale da giustificare la migrazione turistica in provincia.
Siamo giunti a una idea-sfida ponendoci alcune domande: perché il turista si convince a venire in Provincia di Latina, genius4 Sermoneta_261anziché in altre zone del Lazio, o meglio della Toscana, Umbria o Marche?

Tutte hanno ottima enogastronomia, bellezze naturali e paesaggistiche. Ottimi sistemi museali e monumentali e inoltre sono ricche di storia. ll solo argomento delle cosiddette “Città di Fondazione” è troppo debole. A dire il vero, tutta la pianura pontina con la sua palude non ha avuto storia per oltre 400 anni!

Allora esiste un unico filo conduttore che tesse gli itinerari turistici dalle colline al mare e lungo i parchi. Ovvero la parte Mitologica presente in quasi tutti e 33 i comuni della Provincia: pensiamo a Maga Circe, alle varie mura ciclopiche, ai vari templi dedicati agli dei, Privernum, Norba, Satricum, la riviera di Ulisse, e atro. Paradossalmente la parte mitologica si salda bene anche con lo spirito originale e l’architettura razionalista delle città di fondazione.

Saranno, inoltre, possibili pacchetti turistici che mettano a fattor comune gli itinerari mitologici con le tappe enogastronomiche che saldano l’ asse Roma – Pompei – Ercolano, con la sosta, appunto, in provincia di Latina. Una coerenza culturale per il turista di qualità.

Riccardo Marini