UltimaEdizione.Eu  > 

Droga: catturato Treviño Feroce trafficante del nord del Messico

Droga: catturato Treviño  Feroce trafficante del nord del Messico

Catturato Miguel Angel Treviño Morales, il boss messicano della droga più sanguinario. Il leader del cartello Zetas è stato preso, senza colpo ferire al di fuori della città di confine di Nuevo Laredo , all’estremo nord-est del Messico, in una zona considerata una roccaforte dell’organizzazione.

Un elicottero della Marina messicana ha intercettato un camioncino su cui Treviño stava viaggiando lungo strade sterrate durante la notte e lo ha costretto a fermarsi, così come ha riferito un portavoce del Governo del Messico. Il barone della droga viaggiava insieme ad altri due occupanti del veicolo.Nel mezzo sono stati trovati armi d’assalto, 500 munizioni e due milioni di dollari.

Treviño era ricercato con l’accusa di traffico di droga, omicidio, tortura, possesso non autorizzato di armi da fuoco tra gli altri crimini, ha detto il portavoce governativo, sottolineando la sua probabile responsabilità nel rapimento e l’assassinio di 265 migranti nel territorio Zeta. Tutti e tre i catturati sono stati trasportati a Città del Messico dove sono stati sottoposti ad un primo interrogatorio nell’ufficio del procuratore generale.
massacri messico
L’arresto del boss noto come Z-40 è il primo successo nella lotta ai baroni della droga da quando il presidente Enrique Peña Nieto si è insediato nello scorso mese di dicembre mentre il Messico si trovava nel bel mezzo di una violenta guerra tra i diversi cartelli della droga impegnati nel controllo del territorio.

Si stima che le vittime complessive di questa guerra siano almeno 80.000. Gli Zetas hanno avuto un ruolo cruciale in gran parte di questa violenza, con Treviño come figura di primo piano all’interno del gruppo. Egli aveva assunto il pieno controllo della sua organizzazione dopo Heriberto Lazcano Lazcano, detto El Lazca o El Verdugo, il boia, è stato ucciso in un conflitto a fuoco con la polizia nel 2012.

L’ultimo duro colpo contro il gruppo non porterà necessariamente ad un calo nella violenza. Il più probabile successore di Treviño dovrebbe essere il fratello minore Omar che però è ritenuto un “debole” rispetto a Treviño .
lazca
Questo potrebbe aumentare le possibilità di assistere all’esplosione di sanguinose lotte di potere interne o ad una divisione degli Zetas in piena regola.

Gli Zetas sono famosi come uno dei più brutale gruppi di trafficanti del Messico. Tutti i suoi componenti indulgono nella violenza estrema con decapitazioni e massacri. Il gruppo è particolarmente noto per incrementare i profitti provenienti dal traffico di droga con altre attività criminali, come l’estorsione, i sequestri di persona e gli omicidi di massa, soprattutto di migranti centroamericani che attraversano il Messico in direzione degli Stati Uniti.

Il gruppo si é originariamente formato alla fine del 1990 nell’ambito del cartello del Golfo sulla base di un nucleo di disertori di unità delle forze speciali dell’esercito. I Zetas e quelli del Golfo, alla fine, si sono separati nel 2010, innescando un lungo e sanguinoso periodo di guerre nel Messico nord-orientale.
chapo-guzman-300x350
I Zetas hanno mantenuto una forte, in particolare, con il cartello di Sinaloa guidato dal più famoso trafficante del Messico, Joaquín “El Chapo” Guzmán. Quest’ultimo potrebbe uscire rafforzato dall’arresto di Treviño.

John De Giorgi