UltimaEdizione.Eu  > 

Continua la “strage” tra gli operai delle strutture sportive per il Campionato mondiale del 2022 in Qatar

Continua la “strage” tra gli operai delle strutture sportive per il Campionato mondiale del 2022 in Qatar

“The Guardian” di Londra la scorsa estate fece esplodere lo scandalo sui tanti operai che stanno perdendo la vita lavorando agli impianti sportivi in costruzione nel Qatar in vista del Campionato del mondo di calcio del 2022. Adesso ritorna sull’argomento citando i dati ufficiali secondo i quali il numero delle vittime nel solo 2013 è salito a 185, tutti nepalesi. In realtà, insiste il quotidiano londinese, nel corso degli ultimi due anni i morti nepalesi, tra le migliaia di operai provenienti da ogni parte del mondo, sarebbero ben 382.

Le rivelazioni del “The Guardian” costrinsero il presidente della Fifa, Sepp Blatter,  a promettere che le autorità calcistiche avrebbero seguito la vicenda ed intervenuti  sulle autorità locali per aumentare i sistemi di sicurezza e di controllo. In realtà, insiste il giornale da quel momento si sono verificate altri 36 decessi tra i soli operai nepalesi.

 RomaSettRed