UltimaEdizione.Eu  > 

Torna lo “Scorpioncello”: Nun è vero che nun se pagheno più le murte

Torna lo “Scorpioncello”:  Nun è vero che nun se pagheno più le murte

E dai e arridai. Alla fine, a son di sistemà amici e amici degli amici, ne ha trovato quarcuno bbono che gli ha dato quarche idea gaiarda. De chi parliamo? D’uno a caso che de nome fa Alemanno. E’ come n’orso bruno che si sveglia dal letargo quanno l’elezzioni s’avvicineno e quarche cosa tocca trovà per nun restà senza er cadrechino sotto le chiappe.

Così, s’è inventato de fa arrivà er bus 223 dalla Cassia fino ar Verano o de spostà i binari dell’8 fino a piazza Venezia…ma nun doveva ‘arrivà fino a Termini passando per via Nazionale? Belle idee, pé carità. Cose bone n’un c’è proprio da criticà. C’è solo da chiedessi che ha fatto per cinqu’anni pe fa lavorà sti poveracci d’operai a spostà ferri e traversine lungo la vecchia via delle Botteghe Oscure che quanno er sole spara a mezzogiorno è proprio dura continuà con er piccone.

Lo Scorpioncello vostro queste cose l’ha scoperte perché li piace da morì spostasse con li mezzi pubblici. Li piace stà ‘n mezzo ar popolo, bue e cornuto. Che poi, a guardallo bbene, è bue, questo sì, c’è davero da riconoscello, ma è meno cornuto di tutti quei cornuti che lo governeno.

Nun è scemo come lo pensano addentro i ministeri o ar Campidoglio. No!, ma er fatto è che ‘r popolo è ‘r popolo.
Nun so signori che sanno come nun fasse coionà. No è gente semplice. E’ bona! Ma questo nun vor dì che nun capischeno. Anzi, capischeno, e come! Prima dei signori. E’ che nun possono aprì bocca. Li tocca mordessi le mani perché c’hanno famiglia da penzà. Li tocca passà per coglionazzi anche se chi li cojona è più cojone di loro. E’ anche più stronzo. Ma è gente semplice. E’ stanca. Nun ne po’ proprio più.

scorpion2 binariUn po’ s’addiverte a legge li giornali che, poi, usa regolarmente per il cesso. Anche se la carta è dura. Ma tocca risparmià sulla Scottex. Artro che la diaria dei grillini, artro che i milioni del Berlusca che la Boccassini dice s’è sparato cò le mignotte e cò papponi.

Qui tocca sperà che Equitalia faccia ‘r botto per sparagnà qualche cocuzza e nun pagà quarche sacco in più .
Stavete attenti, però, che questi giornalai le sparano dè grosse. Mò, se so ‘nventati che nun se pagano più le multe perché tutti i comuni hanno mandato a fà…. Da quelle parti Befera e Mastrapasqua. Ma a questo che ié frega che, tanto, continua a godesse più d’un milione all’anno.

Oh!, nun ce stà niente da fa: cò Berlusconi, cò Monti, cò Letta, domani cò mi nonno, cambia er Governo ma Mastrapasqua continua a toglié ai pensionati come sempre. Ma lui nun se toglie mai gniente.
Manco un centesimo di quello che incassa all’Inpass e pure ’n due o tre società dell’Equitalia. Che, poi, nun se vede dov’è l’equo, mapperò, si vede dov’è l’Italia. Ma nun perdiamo il filo der discorso come ce vorrebbero far fare lor signori.

Nun è vero niente quello che scriveno i giornali. Nun è vero che nun se pagheno più le multe. E’ nartra cojonata che raconteno perché sto governo deve andà ,per un po’, tutto per mejo fino a quanno Berlusconi nun se lo toierà da li cojoni. Se anche Equitalia si toglie dagli zebedei, d’ora in avanti ci penseranno loro afavve pagà murte e tasse. Loro chi? chiederete voi? Gli amici e gli amici degli amici dei circa 8000 Alemanno che guidano li comuni dell’Italia.

Ci penseranno i sindaci a chiedevve direttamente pé le tasse e se nun pagate so dolori come quando c’eran lor signori. Tanto cambia la musica ma nun cambiano li sonatori.

scorpion10 Antonio-MastrapasquaIn questi giorni lo Scorpionello ha risaputo che l’Equitalia di Befera e Mastrapasqua sta mannando raccomandate a tutto spiano.Cercano de trovà qualche pollacchione che abbocca all’amo. Stateve accuort, come se dice a Napoli. Occhio alla penna dicheno al Nordde. Nun risponnete. Nun fate niente. Lassate perdè non ie date retta.
Tanto a Roma, tanto pe parlà e riparlà d’Alemanno, dar primo Luglio Equitalia nun conterà più un beneamato ciufolo.

Ma se voi gli dite anche solo “ bai”. Magari li state a scrivè na raccomandata, quelli nun ve tornano la pratica ‘nddietro ar comune e la prescrizione s’allunga pé dieci anni. Ce stanno a provà. Ma voi nun ce cascate e fate finta che nun v’è rrivato niente. Cor comune…poi, si vede.

Alemanno st’à ammiccà perché vole esse rieletto. Famo a cambio? Io te voto e, poi, nun pago?
Staremo a vedé, disse er cieco….

Nun ve la piate! Nun ce fate caso sò solo no scorpioncello! Non fate caso manco al romanesco. Come tanti romani vengo dal Nord ma a me me piace parlà romano….anche se a modo mio!

Lo Scorpioncello