UltimaEdizione.Eu  > 

E’ partito il contro esodo di fine estate rallentamenti e code ovunque per tutti

E’ partito il contro esodo di fine estate  rallentamenti e code ovunque per tutti

Bollino rosso, anzi rosso fuoco. Siamo nel pieno del contro esodo d’estate. Già dalle prime ore di sabato si sono formate code praticamente sull’intera rete autostradale, soprattutto in prossimità dei grandi centri urbani e delle zone di confine. Dopo un leggero miglioramento registrato nel pomeriggio, in serata il movimento delle auto è ripreso con intensità. In Alto Adige, alla barriera di Vipiteno, nella corsia sud verso l’Italia, la fila di auto aveva raggiunto in breve tempo i 10 chilometri, con costante tendenza all’aumento. E sempre sulla A22 Autobrennero rallentamenti e code sono la norma. Stessa situazione di traffico fortemente rallentato anche sulle strade statali e provinciali dell’intera regione, fino alla pianura padana.

Il record negativo, almeno finora, per quanto riguarda il nord d’Italia spetta alle autostrade A 23 e A4 nei tratti che interessano il Friuli Venezia Giulia e il Veneto. Quasi 20 chilometri di coda sono segnalati tra Udine e Palmanova, sempre in direzione sud. Forti disagi per gli autobilisti in ritorno dai luoghi di villeggiatura interessano comunque l’intera zona della provincia di Udine.

aaaaesodo1Nel sud, invece, i disagi hanno cominciato a manifestarsi dalla tarda mattinata. Polizia, Aci e gestori di Autostrade sono concordi nel ritenere che la situazione critica su strade e autostrade rimarrà in ogni caso almeno fino alle prime ore di lunedì 2 settembre. Al momento le maggiori difficoltà interessano chi è impegnato in lunghe percorrenze per tornare ai luoghi di residenza, specie chi ha trascorso le vacanze in sicilia, calabria, puglia e basilicata. Il flusso maggiore di traffico, salvo sporadiche eccezioni, è in ogni caso in direzione sud-nord. Sensibili peggioramenti sono previsti per la serata di sabato 31 agosto e soprattutto per l’intera giornata di domenica 1 settembre.

Nel pomeriggio, intanto, la situazione è in genere leggermente migliorata nei tratti più critici, dall’A22 alla Genova-Ventimiglia, quando le file si sono in parte ridotte. Il traffico ha però iniziato a prendere consistenza su diversi tratti dell’A1 in direzione nord, con l’arrivo delle prima ondata di auto partita ore prima dall’estremo sud della penisola. Tra Bologna e Firenze si è registra una coda di quattro chilometri km tra Bivio A1- Firenze Nord e Barberino di Mugello, uno dei punti più critici dell’intera autostrada, questa volta a causa di un incidente. Code anche sulla Lainate-Como Chiasso (A9) in direzione della Svizzera, a tratti sulla A14 Bologna-Taranto tra Ancona Sud e Senigallia, tra Forlì e Imola, tra Cattolica e Rimini sud.

Red