UltimaEdizione.Eu  > 

Attacco turco ai curdi. Trump criticato dal capo degli stessi repubblicani

Attacco turco ai curdi. Trump criticato dal capo degli stessi repubblicani

Trump fortemente criticato dal leader della maggioranza repubblicana al Senato degli Stati Uniti. Persino il suo partito, dunque, è contrario alla politica del Presidente statunitense in Siria, a seguito del sostanziale via libero dato all’attacco della Turchia contro i curdi.

Il capo dei senatori repubblicani, Mitch McConnell, dichiara al Washington Post che l’ordine di ritiro delle truppe statunitensi, combinato con l’assalto della Siria da parte della Turchia è stato un ” errore, un incubo”.

Trump ha definito la situazione di frontiera Turchia-Siria “strategicamente brillante” per gli Stati Uniti, mentre continuano scontri sporadici nella regione, nonostante una pausa mediata dagli Stati Uniti.

L’operazione del presidente Recep Tayyip Erdogan mira a allontanare i combattenti curdi – considerati dalla Turchia come terroristi – dalla Siria settentrionale e creare una “zona sicura” per il reinsediamento di due milioni di rifugiati siriani attualmente in Turchia.

Intanto, sarebbero tra le 160.000 e le 300.000 le persone  fuggite dalle loro case da quando sono iniziati i combattimenti e molti osservatori stranieri temono che l’operazione turca possa portare alla pulizia etnica della popolazione curda locale.

Esprimendo la sua opinione al Washington Post, McConnell, ha sostenuto che la ” combinazione del ritiro americano americano e l’escalation delle ostilità turco-curde sta creando un incubo strategico per il nostro paese”.