UltimaEdizione.Eu  > 

Regno Unito: rifiutata estradizione negli Usa di presunto pedofilo per mancata garanzia sui suoi diritti

Regno Unito: rifiutata estradizione negli Usa di presunto pedofilo per mancata garanzia sui suoi diritti

L’Alta Corte del tribunale di Londra ha respinto per ora la richiesta americana di estradare un uomo accusato negli Usa di essere un pedofilo e di aver abusato di un allora ragazzino tra il 1998 ed il 2002.

Il presunto pedofilo, Roger Giese, di 40 anni, scappato nel Regno Unito, dove ha vissuto sotto falso nome per sfuggire all’FBI, secondo i magistrati Lord Justice Aikens e Mr Justice Holroyde non avrebbe negli Usa l’adeguata garanzia del rispetto dei suoi diritti e, pertanto, mancando al riguardo ogni assicurazione da parte delle autorità americane, c’è il rifiuto a consegnare l’uomo.

Roger Giese, sotto processo in California e ricercato dalle autorità della Contea di Orange County, lasciata in fretta e furia mentre stava per iniziare il dibattimento a suo carico, è stato arrestato nel Regno Unito nel Giugno dell’anno scorso. Il caso è giunto all’Alta Corte di Londra dopo che lo scorso aprile un giudice distrettuale aveva già rifiutato l’estradizione perché il presunto pedofilo sarebbe di fronte ad “un rischio reale” di essere sottoposto ad una forma di confino a tempo indeterminato cosa che sarebbe in contrasto con la Convenzione europea sui diritti umani.