Tags: "Occupazione"

Uk: quattro giorni di lavoro la settimana contro la disoccupazione?

Uk: quattro giorni di lavoro la settimana contro la disoccupazione?

Il thinkthank,  gruppo di studio, denominato  Autonomy ( CLICCA QUI ) ha reso noto uno studio in base al quale si giunge alla conclusione potrebbe prevedere, nel Regno Unito, l’introduzione della settimana con solo quattro giorni di lavoro. Il settore pubblico potrebbe fare da battistrada assicurando  fino a mezzo milione di nuovi posti di lavoro e contribuirebbe, così,  a limitare […]

Dati su occupazione: fu vera gloria?  – di Nino Galloni

Dati su occupazione: fu vera gloria? – di Nino Galloni

Scenari Economici ( CLICCA QUA ) ha pubblicato un articolo dell’economista Nino Galloni sui dati relativi all’occupazione diffusi recentemente da varie fonti. Volentieri mettiamo l’articolo a disposizione dei nostri lettori ” Nei giorni scorsi, il Governo ha comunicato – con grande gioia di Renzi e non solo – che l’occupazione è cresciuta, dopo la botta degli anni successivi alla crisi […]

Il Jobs Act tra due referendum

Il Jobs Act tra due referendum

L’esito del referendum sulla riforma costituzionale ha sancito la fine del Governo Renzi. Per molti osservatori si è trattato di un risultato chiaro, da interpretare come una bocciatura dell’operato dell’esecutivo guidato dal segretario dem e di alcune sue importanti riforme. Tra queste una delle più discusse è stata senza dubbio il Jobs Act, la riforma del mercato del lavoro,  fortemente […]

FMI: previsti 20 anni di stagnazione per economia Italia

FMI: previsti 20 anni di stagnazione per economia Italia

Il FMI avverte che l’Italia rischia di affrontare altri venti anni di economica stagnante, con una crescita al di sotto dell’1%, un ulteriore calo rispetto alla precedente stima dell’ 1,1% per il 2016, e previsioni di crescita per il 2017 inferiore all’atteso 1,25%. Secondo il Fondo Monetario Internazionale, l’Italia non tornerà ai livelli pre-crisi fino al prossimo 2025, a differenza […]

Usa: continuano a crescere i nuovi posti di lavoro. Più 292 mila anche a dicembre

Usa: continuano a crescere i nuovi posti di lavoro. Più 292 mila anche a dicembre

Continuano a crescere i posti di lavoro negli Stati Uniti: 292 mila in più alla fine di dicembre. Un consolidamento, dunque, dell’andamento positivo che conferma la tendenza alla crescita segnalata già da molti mesi. Le cifre ufficiali parlano di un tasso di disoccupazione sceso al 5% e di un aumento dei nuovi posti di lavoro soprattutto nei settori dei servizi, del commercio, […]

Il Ministero sbaglia i dati sugli occupati. Invece di chiedere scusa si arrampica sugli specchi

Il Ministero sbaglia i dati sugli occupati. Invece di chiedere scusa si arrampica sugli specchi

Peccato che la differenza c’è e si vede. Le tabelle del Ministero del Lavoro sono elaborate sulla base di conteggi sbagliati e, così, scopriamo che i contratti di lavoro  cancellati nei primi sette mesi del 2015  sono stati 4.014.367 e non 2.622.171 come precedentemente annunciato. Un dato che fa sballare completamente tutta la fotografia dell’andamento del mondo del lavoro nel nostro […]

I DATI SULL’OCCUPAZIONE CI DICONO CHE RICREARE I POSTI DI LAVORO PERDUTI NON E’ FACILE  – Arrivano i dati di giugno 2015 sull’occupazione che segnano un ulteriore calo degli occupati. Secondo il ministro del Lavoro Giuliano Poletti, “i numeri di giugno confermano che siamo di fronte a dati soggetti a quella fluttuazione che caratterizza una fase in cui la ripresa economica comincia a manifestarsi”

I DATI SULL’OCCUPAZIONE CI DICONO CHE RICREARE I POSTI DI LAVORO PERDUTI NON E’ FACILE – Arrivano i dati di giugno 2015 sull’occupazione che segnano un ulteriore calo degli occupati. Secondo il ministro del Lavoro Giuliano Poletti, “i numeri di giugno confermano che siamo di fronte a dati soggetti a quella fluttuazione che caratterizza una fase in cui la ripresa economica comincia a manifestarsi”

  Arrivano i dati di giugno 2015 sull’occupazione che segnano un ulteriore calo degli occupati. Secondo il ministro del Lavoro Giuliano Poletti, “i numeri di giugno confermano che siamo di fronte a dati soggetti a quella fluttuazione che caratterizza una fase in cui la ripresa economica comincia a manifestarsi”. Il premier Matteo Renzi afferma che “è tutto comprensibile: col Jobs […]

Continua l’altalena sugli occupati. Istat: a giugno nuova flessione dopo quella di maggio.

Continua l’altalena sugli occupati. Istat: a giugno nuova flessione dopo quella di maggio.

Qualcuno si era illuso dopo i dati di aprile sull’occupazione. Quel lieve aumento degli occupati dopo la prima di maggio riceve un’ulteriore smentita anche dal giugno 2015. Il bollettino dell’Istat è chiaro e lo riportiamo integralmente: “Dopo la forte crescita registrata nel mese di aprile (+0,6%) e il calo nel mese di maggio (-0,3%), a giugno 2015 gli occupati diminuiscono […]

I GIOVANI E L’OCCUPAZIONE. Quotidianamente ci vengono propinati dati sull’occupazione giovanile che registrano incrementi…

I GIOVANI E L’OCCUPAZIONE. Quotidianamente ci vengono propinati dati sull’occupazione giovanile che registrano incrementi…

Quotidianamente ci vengono propinati dati sull’occupazione giovanile che registrano incrementi. Tale incremento deriverebbe, secondo le fonti governative dal cosiddetto jobact pur non precisando la consistenza dei contratti, sia per quanto riguarda i tempi che per quanto riguarda i contenuti e le prospettive. Si ritiene invece che in assenza di un pur minimo progetto di sviluppo in cui vengano individuati i […]

Usa controtendenza nonostante aumento del dollaro: + 233 mila nuovi posti di lavoro. Disoccupazione al 5,3%

Usa controtendenza nonostante aumento del dollaro: + 233 mila nuovi posti di lavoro. Disoccupazione al 5,3%

223.000 posti di lavoro di lavoro in più nel mese di giugno sono stati creati negli Stati Uniti. Si tratta di un ulteriore mese in aumento dopo il calo di marzo con la conferma della tendenza al meglio dell’economia statunitense a differenza di quelle estere, in particolare dei paesi europei. Il tasso di disoccupazione scende così al 5,3%. I miglioramenti […]