UltimaEdizione.Eu  > 

Scambio di prigionieri tra Russia e Ucraina

Scambio di prigionieri tra Russia e Ucraina

Russia e Ucraina hanno fatto uno  scambio di prigionieri che ciascuno dei due paesi deteneva a seguito del sanguinoso conflitto nelle regioni di Donetsk e Luhansk, che ha provocato la morte di circa 13, 000 persone.

Le relazioni tra i due paesi sono peggiorate drammaticamente nel 2014, quando la Russia ha annesso la penisola di Crimea in Ucraina e ribelli sostenuti dalla Russia hanno iniziato un’insurrezione in due regioni dell’Ucraina orientale.

Salutando l’arrivo degli ucraini liberati, il presidente dell’ Ucraina, Volodymyr Zelensky, ha dichiarato: “Dobbiamo fare tutti i passi per finire questa orribile guerra”. Zelensky è stato eletto nell’aprile scorso sostenendo la necessità di porre fine al conflitto.

Distensive anche le dichiarazioni di alcune fonti russe secondo le quali  il rilascio dei  prigionieri sono fondamentali per migliorare l ‘”atmosfera che circonda la crisi ucraina”.

I negoziati sulla questione estremamente delicata si sono svolti tenuti in completa segretezza.

Dagli elenchi pubblicati si viene a sapere che 35 sono stati i prigionieri ucraini rilasciati dalla Russia, compresi 24 marinai che la Russia ha catturato al largo della Crimea nel novembre dello scorso anno. Ancora imprecisato il numero di quelli riconsegnati alla Russia dagli ucraini.