UltimaEdizione.Eu  > 

Svizzera: inchiesta ufficiale sullo spionaggio israeliano sui colloqui per il nucleare dell’Iran

Svizzera: inchiesta ufficiale sullo spionaggio israeliano sui colloqui per il nucleare dell’Iran

I servizi segreti israeliani sono sospettati di essere responsabili di una serie di attività di spionaggio altamente sofisticate svolte durante i recenti negoziati del cosiddetto Gruppo dei 5 +1 con l’Iran sul programma nucleare di Teheran che si sono tenuti in una serie di alberghi di lusso in varie parti d’Europa, in particolare in Svizzera.

Sarebbero stati gli investigatori svizzeri a scoprire, per prima cosa, che si sarebbe svolta un’attività di spionaggio nell’hotel President Wilson di Ginevra dove gli agenti israeliani sarebbero riusciti ad intromettersi nei servizi di sorveglianza dell’albergo, telecamere incluse, per controllare l’attività delle delegazioni riunite. Infiltrazioni analoghe sarebbero avvenute anche ai danni di un altro albergo, il Beau Rivage Palace di Losanna, anch’esso utilizzato anche per i colloqui sul nucleare.

Il costo del programma utilizzato, denominato Duqu 2, molto simile al Duqu Troia, sarebbe stato di circa 50 milioni di dollari ed, ovviamente, si ritiene che sia stato sviluppato dagli stessi servizi segreti di Tel Aviv.