UltimaEdizione.Eu  > 

Siria: Italia mette a disposizione degli Ispettori ONU in Siria i C 130 della 46 AeroBrigata di Pisa

Siria: Italia mette a disposizione degli Ispettori ONU in Siria i C 130 della 46 AeroBrigata di Pisa

La recente Risoluzione approvata al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, con la quale si delibera la distruzione dell’arsenale chimico siriano, obbliga i vari paesi a dare il proprio supporto. La Russia si è detta pronta ad inviare una forza di protezione per gli ispettori e la Gran Bretagna ha già parlato di un primo finanziamento di tre milioni di sterline.

L’Italia si è, invece, offerta di mettere a disposizione gli aerei militari C-130 per trasportare in Siria gli esperti internazionali in armi chimiche dell’Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche (Opac).

Lo si apprende da un comunicato emesso dal Ministero della Difesa, nel quale si legge che il “Governo italiano ha prontamente aderito alla richiesta formulata dal direttore Generale dell’Opac, Ahmet Uzumcu, di mettere a disposizione velivoli militari per il trasporto dall’Olanda in Siria di materiali e di esperti internazionali in armi chimiche, chiamati a operare sul territorio siriano in ottemperanza alla risoluzione delle Nazioni Unite approvata ieri a New York”.
c 130
“I ministri degli Esteri e della Difesa, Emma Bonino e Mario Mauro, e “stanno valutando tutti gli aspetti relativi alla sicurezza dell’operazione.” Il trasporto, con aerei del tipo C-130, della 46 Aerobrigata di Pisa avrà luogo nel corso dei prossimi giorni.

Enrico Barone