UltimaEdizione.Eu  > 

Siria: confermate distruzioni tempio di Bel a Palmyra

Siria: confermate distruzioni tempio di Bel a Palmyra

Sono purtroppo confermate dalle riprese satellitari le distruzioni anche del tempio dedicato alla divinità Bel effettuate dall’Isis, nel prestigioso sito archeologico di Palmyra.

L’Isis continua, così, oltre che degli uomini, anche con la distruzione dei luoghi storici della Siria e dell’Iraq che secondo i seguaci del Caliaffato rappresentano esaltazione di culti da cancellare. Questa volta è toccato ad un altro gioiello di Palmyra la città romanica della Siria dove gli estremisti islamisti hanno fatto saltare in aria una parte del tempio di Bel, che costituiva uno dei più importanti resti presenti in uno dei siti archeologici più importanti al mondo.

Poco più di una settimana fa, i seguaci del Califfato avevano distrutto il tempio dedicato al dio Baal Shamin e le conseguenze sono state confermate dalle foto satellitari scattate successivamente in base alle quali è stata confermata la completa distruzione del manufatto.

L’Unesco ha bollato le distruzioni come un “crimine contro l’umanità” e c’è da chiedersi se non siano solo giustificate dal tentativo dell’Isis, o Daesh, di far passare sotto silenzio le ingenti perdite che l’organizzazione sta subendo ai propri vertici dopo una serie di attacchi mirati organizzati con droni americani.