UltimaEdizione.Eu  > 

Roma ” monnezza”? Servono idee nuove per la città più bella del mondo

Roma ” monnezza”? Servono idee nuove per la città più bella del mondo

“Domenica andiamo a pulire i rifiuti di Roma, una delle città più sporche d’Italia” dice Matteo Renzi a margine della sua nomina a segretario del PD. Risposta a tempo di record da parte di Di Maio del movimento 5 stelle: “Renzi pensa di ripulire in un giorno 20 anni di mala gestione dei rifiuti che il suo Pd e la destra hanno lasciato in eredità ai romani? “.

Al di là delle reciproche accuse e delle insopportabili dispute politiche, rimane un dato incontestabile: da anni, troppi anni ormai, i cittadini di Roma soffrono di una situazione di disagio e di degrado della città che sembra non avere una via d’uscita.

Le immagini di cassonetti strapieni, di rifiuti abbandonati per strada, come testimoniano migliaia di scatti, sono un’offesa per una delle città più belle del mondo. La concomitanza di due feste ravvicinate, i riposi dei dipendenti, la maleducazione di tanti cittadini, provocano alla fine il degrado che sta sotto gli occhi di tutti. E non da oggi. In questi giorni, dopo le feste del 25 aprile e del Primo maggio, dal quartiere di Roma Nord, al Colosseo, al quartiere Prati, fino alle numerose periferie romane, è uno spettacolo indecente a cui non si riesce a trovare una soluzione definitiva. Ma è la gestione quotidiana della città romana a non essere curata con sufficiente professionalità e opportune iniziative. Ormai non si tratta più di mancanza d’impegno del comune e della sindaca Raggi.

Si tratta semmai di mancanza di idee, proposte, soluzioni che ancora oggi sono assolutamente insufficienti a migliorare l’aspetto di una città che sta malinconicamente degradando.

Non è più possibile tollerare i cumuli di rifiuti abbandonati per le strade, le buche disseminate per tutto il territorio, i ritardi degli autobus che irritano i cittadini, le auto in doppia e tripla fila per le strade della città, i turisti che bivaccano sulla scalinata di Piazza di Spagna a consumare spaghetti e gelati, a sopportare la turista tedesca maleducata che si tuffa nelle più bella fontana del mondo senza nessun intervento di un vigile o un responsabile comunale.

Non è più tollerabile per nessun cittadino che paga le tasse sopportare oltre questo scempio della città.

Certo, in molti  mettono il proprio zampino nello sporcare la città, ad abbandonare suppellettili, televisori, sedie e tanto altro accanto ai contenitori dei rifiuti, a salire e scendere sugli autobus dalla porta sbagliata, a non pagare il biglietto impunemente sui mezzi pubblici. E allora,  occorrerebbe uno sforzo di fantasia da parte del sindaco di Roma e dei suoi assessori.

Un solo esempio: in tutti i paesi europei, ma anche in Russia, in America, l’autista dei bus, tram e filobus, oltre a guidare il mezzo, è anche la persona che fa i biglietti ai passeggeri  costretti, se vogliono salire, a farlo dalla parte dell’autista, mostrare il biglietto o acquistarlo dal conducente nel caso ne fosse sprovvisto.

Ecco: è proprio così difficile fare un accordo quadro tra il comune e i sindacati per trovare un accordo in tal senso? Peraltro,  i soldi risparmiati dall’evasione dei passeggeri potrebbero essere investiti sugli autisti per il sovraccarico di lavoro.

Trinità dei Monti

Insomma: i rifiuti maleodoranti, i topi vicino ai cassonetti in circa di cibo, le buche pericolose dove tanti motociclisti rischiano ogni giorno la vita, l’attesa snervante di un autobus che tarda ad arrivare, a volte anche 80 minuti, sono disagi che i cittadini di Roma sono ormai stanchi di sopportare.

Certo, occuparsi della finanza del comune, della scelta degli assessori da sostituire, delle polemiche quotidiane, delle olimpiadi rifiutate, richiede tempi e modi d’intervento lunghi. Ma siamo proprio sicuri, ad esempio, che la realizzazione del campo sportivo della Roma a Tor di Valle sia più importante che occuparsi di pulire la città dai rifiuti, eliminare le buche e rendere più frequenti i passaggi degli autobus alle fermate?

Coraggio comune di Roma: qualche idea in più per una città più vivibile. Non dimenticate che state gestendo la città più bella del mondo!

Giuseppe Careri