UltimaEdizione.Eu  > 

Rivelazioni e polemiche: Prescrizioni facili dei medici americani farmaci a “go go” per vecchi e disabili

Rivelazioni e polemiche:  Prescrizioni facili dei medici americani  farmaci a “go go” per vecchi e disabili

Negli Usa oltre un miliardo e centomila prescrizioni mediche in tre anni a beneficio di circa 35 milioni di persone. Lo rende noto ProPublica, una organizzazione no profit di giornalismo investigativo con sede a New York. E’ stato preso in esame il periodo 2007-2010. Sul sito web del Washington Post è possibile, addirittura, inserire il nome di un medico e verificare il tipo di ricette che egli ha firmato nel periodo in questione.

La pubblicazione di questa immensa mole di informazioni intende servire a sviluppare e condividere un’analisi sul comportamento dei medici, sulle conseguenze e sui costi e sprechi che ne potrebbero, eventualmente, derivare.

I tre quarti delle prescrizioni riguardano pazienti con un età superiore ai 65 anni e disabili. Sono, infatti, relative “ Medicare”, programma pubblico sanitario che dieci anni fa si vide affidare da un riluttante propublica7 medicare logoCongresso degli Stati Uniti anche il compito di coprire le spese mediche di anziani e disabili non in grado di affrontare le spese necessarie per una loro efficace assistenza medica.

Al di fuori della documentazione in questione restano tutti i dati su quanto è stato prescritto negli ospedali, nei centri di breve riabilitazione ed in altre particolari strutture. In ogni caso, essa rappresenta un campione molto significativo e rivelatore sul comportamento dei medici statunitensi. Soprattutto, su come tengono in considerazione i costi nel momento in cui è in atto una furiosa battaglia politica sulla spesa pubblica. In particolare sul tentativo di Obama e dei democratici di allargare gli interventi a favore della sanità pubblica.

Gli analisti di ProPubblica, esaminando questa enorme quantità di ricette, denunciano che moltissimi medici non esitano a prescrivere medicine altamente nocive ai loro pazienti i quali vanno incontro, perciò, a disturbi comportamentali a forme di dipendenza. Ovviamente, vengono citati dei casi emblematici.

Tra i più eclatanti, quello di uno psichiatra di Oklahoma che prescrive medicinali contro l’Alzheimer a un bambino autistico di 12 anni di età. medicare.480Oppure, quello di Miami che continua a far prendere a numerosi suoi pazienti anziani medicinali considerati, da un pezzo, dalle autorità governative pericolosi per la vita. Centinaia di migliaia di ricette, poi, riguarderebbero medicinali che le autorità europee stanno vietando dal 2007 e che, pertanto, fa capire anche il Washington Post, sarebbe meglio non prescrivere.

Su queste rivelazioni si sono già scatenate forti polemiche, visto il momento molto delicato per un tema del genere.I funzionari del Programma Medicare, intanto, si difendono ricordando che non è stato affidato alla struttura pubblica il compito di seguire e analizzare la qualità e la quantità delle prescrizioni mediche, giacché questo è stato lasciato di competenza a una società esterna privata.

Stefania Giannella