UltimaEdizione.Eu  > 

Prostituzione minorile negli Usa FBI libera 105 bambini in tutto il Paese

Agenti dell’FBI hanno liberato 105 bambini costretti a prostituirsi da trafficanti del sesso, durante un’operazione durata tre giorni e che ha interessato tutti gli Stati Uniti. La “Cross Country”, questo il nome dato all’azione del Federal Bureau of Investigation, ha portato all’arresto di 150 persone con l’accusa di essere coinvolti nello sfruttamento sessuale dei bambini.

I raid hanno avuto luogo in ben 76 città costituendo, forse, la più grossa operazione di polizia organizzata fino ad oggi nel Paese.

Il portavoce dell’FBI Ron Hosko ha ricordato che “la prostituzione minorile rimane una minaccia persistente ai bambini in tutta l’America, ma che l’FBI é impegnata a fermare questi crimini e a perseguire i criminali che traggono profitto dal loro sfruttamento”.

L’FBI ha dato vita, a partire dal 2003, ad un programma speciale dedicato alla questione dello sfruttamento sessuale dei minori. In dieci hanno sono stati individuato e salvati 2.700 bambini costretti a prostituirsi.

Red