UltimaEdizione.Eu  > 

Prima Messa di Natale per Papa Francesco a San Pietro: “I pastori sono stati i primi a vedere Gesù perché erano tra gli ultimi, gli emarginati”

Prima Messa di Natale per Papa Francesco a San Pietro: “I pastori sono stati i primi a vedere Gesù perché erano tra gli ultimi, gli emarginati”

Francesco celebra per la prima volta da Pontefice la Messa di Natale in San Pietro assieme a 30 cardinali, 40 vescovi, 250 sacerdoti e 14 diaconi. Al momento della Comunione altri 100 sacerdoti hanno distribuito l’Eucarestia ai fedeli. Un rito solenne iniziato alle 21,20 col canto della Kalenda intonato da un coro di 80 elementi Poi la processione d’ingresso nella Basilica accompagnata dal suono dell’organo e delle campane. Poi il Papa, con tra le mani l’immagine del “Bambinelo” è uscito sulla piazza dirigendosi in processione verso il tradizionale presepio, donato dall’arcidiocesi di Napoli, allestito ai piedi del sagrato, dove c’è stato l’omaggio di 10 bambini in rappresentanza di tutte le aree geografiche della Terra che hanno deposto fiori davanti alla culla.

1natale4“Questa profezia di Isaia non finisce mai di commuoverci – ha detto Papa Francesco nell’omelia della Messa – specialmente quando la ascoltiamo nella Liturgia della Notte di Natale. E non è solo un fatto emotivo, sentimentale; ci commuove perché dice la realtà profonda di ciò che siamo: siamo popolo in cammino, e intorno a noi, e anche dentro di noi, ci sono tenebre e luce. Anche nella nostra storia personale si alternano momenti luminosi e oscuri, luci e ombre. Se amiamo Dio e i fratelli, camminiamo nella luce, ma se il nostro cuore si chiude, se prevalgono in noi l’orgoglio, la menzogna, la ricerca del proprio interesse, allora scendono le tenebre dentro di noi e intorno a noi”.

“In questa notte – ha aggiunto il Papa – mentre lo spirito delle tenebre avvolge il mondo, si rinnova 1natale3l’avvenimento che sempre ci stupisce e ci sorprende: il popolo in cammino vede una grande luce. Una luce che ci fa riflettere su questo mistero: mistero del camminare e del vedere. I pastori sono stati i primi a vedere Gesù perché erano tra gli ultimi, gli emarginati. E sono stati i primi perché vegliavano nella notte, facendo la guardia al loro gregge”.

Tra poche ore, alle 12, Papa Francesco insieme al cardinale Jean Louis Tauran, presidente del Pontificio Consiglio per il dialogo interreligioso, e al cardinale Giuseppe Bertello, presidente del Governatorato dello Stato Vaticano, dalla Loggia centrale di San Pietro pronuncerà il tradizionale messaggio natalizio ai fedeli presenti nella piazza e a quelli di 70 paesi collegati in diretta in mondovisione, impartendo al termine la benedizione apostolica “Urbi et Orbi”.

Beatrice Zamponi