UltimaEdizione.Eu  > 

Pioggia di medaglie italiane a Rio. Djokovich eliminato

Pioggia di medaglie italiane a Rio. Djokovich eliminato

Arrivano tante medaglie per l’Italia nel secondo giorno delle Olimpiadi di Rio de Janeiro dopo lo sfortunato avvio della prima giornata con la caduta di Vincenzo Nibali nella corsa in linea di ciclismo e il secondo posto della spadista. Due ori, due argenti e due bronzi  sono assicurati da discipline in cui non eravamo proprio certi di riuscire ad acchiapparli, anche se potenzialmente era possibile.

La prima impresa, quella che ha portato a 200 il medagliere d’oro dell’Italia,  l’ha fatto fabio Basile giunto sul gradino più alto della sua categoria di judo battendo a sorpresa tutti i i più grandi al mondo. Poi, è arrivato l’altrettanto fantastico Daniela Garozzo che, dopo vent’anni, conquista per l’Italia l’oro nel fioretto maschile. Lo fa battendo in finale il numero uno al mondo, l’americano Alexander Massialas  autore in precedenza di una clamorosa rimonta, da 8 a 14 a 15 a 14, ai danni dell’altro azzurro Avola. Lo statunitense, costretto ad inseguire anche Garrozzo, alla fine è stato travolto 15 a 11.

L’ argento è arrivato dalla coppia Cagnotto Dallapé nel sincrono dal trampolino da tre metri facendo coronare alla coppia un’intera carriera e portando a Tania Cagnotto la soddisfazione di un argento olimpico dopo le tante medaglie vinte nelle competizioni iridate  ed europee. Altri argento da Odette Giuffrida che nella sua categoria di judo si è dovuta arrendere solo alla fine contro la campionessa Majlinda Kelmendi, che ha portato al Kossovo la prima medaglia olimpica nella storia.

Bronzo importante, inoltre, nel ciclismo femminile grazie alla Longo Borghini nella corsa in linea che parzialmente riscatta l’amarezza della vicenda Nibali.

Enorme sorpresa dal tennis dove il numero uno al mondo, Novak Djokovic, è stato battuto al primo turno del singolare maschile olimpico  dall’argentino Juan Martin Del Potro. Lo stesso che a Londra 2012 lo sconfisse nel confronto per la medaglia di bronzo.  Djokovic, che ha lasciato il campo in lacrime, ha subito un cocente  7-6  7-6.