UltimaEdizione.Eu  > 

Per l’ondata di caldo ci si mobilita Protezione civile e Sant’Egidio pronte a Roma

Per l’ondata di caldo ci si mobilita  Protezione civile e Sant’Egidio pronte a Roma

Come quasi ogni anno, di questi tempi, Roma e l’Italia sono sottoposte ad un’ondata di caldo che, nel Centro del Paese, di media, si attesta attorno ai 40 gradi. Non è una novità, ma pare che ogni 12 mesi, lo diventi. Si rinnovano così le grida d’allarme e, giustamente, pubbliche autorità ed organizzazioni di volontariato si organizzano per aiutare chi ha più bisogno di assistenza.

In particolare, anziani soli, ma anche tanti turisti e visitatori che, in molti casi, come accaduto anche negli anni passati, necessitano di un aiuto in più.

Nonostante Roma sia una città piena di fontane ed abbia oltre 2500 “nasoni”, le caratteristiche fontanelle a forma di becco allungato, da cui sgorga per 24 ore al giorno tanta acqua fresca e gratis, si è sempre rivelato necessario organizzare una distribuzione di bottigliette d’acqua in alcuni punti strategici della Capitale.
nasone
Così, dalle 12 alle 15, i volontari e gli operatori della Protezione Civile distribuiranno 1.500 bottigliette presso le stazioni di Porta S.Paolo, Saxa Rubra, Ottaviano, Ponte Mammolo, Ostia Lido Centro, Anagnina, Piramide e presso i Musei Capitolini. I volontari forniranno anche assistenza alla popolazione e daranno informazioni circa i comportamenti da adottare per difendersi dalle ondate di calore.

Intervento anche della Comunità di Sant’Egidio che preannuncia interventi, lungo tutto il periodo estivo a sostenere 25 mila persone in difficoltà: 16 mila anziani, tremila immigrati, 600 persone con disabilità, 2.500 detenuti e duemila senza fissa dimora.

Red