UltimaEdizione.Eu  > 

Parlamentare del Pd si barrica nel centro di accoglienza di Lampedusa per protestare per le condizioni degli “ospiti”

Parlamentare del Pd si barrica nel centro di accoglienza di Lampedusa per protestare per le condizioni degli “ospiti”

Il deputato del Pd Khalid Chaouki si è praticamente barricato ha postato nel centro di accoglienza di Lampedusa per protestare sulle condizioni in cui devono vivere  i migranti in attesa della definizione della loro condizione.  “La mia è una protesta forte – ha detto il parlamentare- sono venuto più di una volta a Lampedusa: tutti lo sanno ma nessuno agisce. Invito tutti i miei colleghi e i sindaci a occuparsi dei centri che hanno vicini alle loro città e ad andare a vedere come funzionano le cose”. “Il centro d’accoglienza di Lampedusa è un luogo indegno, ci sono ancora 7 sopravvissuti al naufragio del 3 ottobre e 6 migranti in sciopero della sete e della fame da due giorni” – ha concluso -. Resterò fino a quando non sarà trovata una soluzione”

Chaouki ha giustificato la forma estrema della sua protesta perché, egli dice “qui a Lampedusa vengono tuttora lesi i diritti fondamentali della persona, così come non vengono rispettate le leggi del nostro Paese e le direttive in materia di protezione dei rifugiati. Non abbandonerò questo Centro finché non verranno rilasciati, come previsto dalla legge, tutti profughi e destinati nei centri idonei per la loro accoglienza”.

RomaSettRed