UltimaEdizione.Eu  > 

Nuovo possibili attacchi potrebbero venire ai nostri sistemi infomatici

Nuovo possibili attacchi potrebbero venire ai nostri sistemi infomatici

Scoperto un nuovo pericoloso virus dei computer che potrebbe  violare la sicurezza informatica di centinaia di migliaia di dispositivi, applicazioni e servizi. Quelli che anche noi usiamo tutti i giorni.

L’allarme, rilanciato a livello mondiale dalla BBC, viene direttamente da Google il quale ha rivelato che  un difetto esistente nel codice di uso comune potrebbe essere sfruttato in un modo da consentire l’accesso a computer, router internet, o ad altro sistema connesso in rete. Sembra estremamente difficile valutare la gravità del problema.

Il codice maligno, dicono gli esperti,  potrebbe trovarsi all’interno dei  linguaggi di programmazione come quelli PHP e Python così come nei sistemi utilizzati quando si accede a siti internet o alle e-mail.

In particolare, si potrebbe trattare di “codice di look-up di dominio in glibc” contenente un bug in grado di consentire agli hacker di inserirsi  all’interno della memoria di un dispositivo e da  qui portare attacchi di vario genere.

Google assicura, in ogni caso, di utilizzare sui dispositivi Android  una libreria non vulnerabile a questo particolare attacco, così come non sarebbero influenzabili sistemi come Windows o OS X , ma ci si dovrebbe preoccupare invece per  i dispositivi ad essi collegati.

Il bug scoperto nel “glibc” sarebbe presente dal 2008 e la sua vulnerabilità è stato paragonato a quello del cosiddetto Shellshock, scoperto nel 2014, che ha colpito una vasta gamma di dispositivi informatici.