UltimaEdizione.Eu  > 

Noto avvocato di Sala Consilina: si tuffa in mare annega a Palinuro per salvare un gruppo di bagnanti

Uno slancio di generosità che gli è costata la vita. Per aiutare un gruppo di bagnanti in difficoltà a Palinuro, per il mare grosso, un noto avvocato si tuffa in acqua, salva un ragazzo, ma viene trascinato al largo dalla forte corrente e annega. La vittima è Giuseppe Paladino, 45 anni, uno dei più stimati legali di Sala Conslina e del Vallo di Diano. Inutili i soccorsi e il trasporto in eliambulanza all’ospedale.

Una decina di persone, tra cui diversi giovani, si erano appena tuffati nel mare del sud della Campania, nonostante le classiche bandiere rosse indicassero il pericolo e l’assoluto divieto di balneazione. In pochi attimi i bagnanti si sono trovati in difficoltà per le alte onde e il forte vento che impedivano il ritorno sulla riva. L’avvocato Paladino non ha esitato e si è tuffato in aiuto del gruppo, riuscendo a trarre in salvo una persona. Si è poi spinto nuovamente in acqua, ma per un improvviso malore o perché travolto dalla forte corrente e stato sommerso dalle onde perdendo i sensi.

Afferrato da altri soccorritori che nel frattempo erano accorsi in aiuto del gruppo, Giuseppe Paladino è apparso subito in condizioni disperate. I tentativi di rianimazione non hanno dato esito, mentre atterrava sulla spiaggia un’eliambulanza del soccorso sanitario. Trasferito in pochi minuti all’ospedale di Vallo della Diana è morto qualche attimo dopo il ricovero. Giuseppe Paladino lascia la moglie incinta e un bimbo di due anni.

Antonello La Monaca