UltimaEdizione.Eu  > 

Napoli forza tre, la Juve è avvisata. Esordio felice anche per Roma, Inter e Lazio

Napoli forza tre, la Juve è avvisata. Esordio felice anche per Roma, Inter e Lazio

Dopo l’antipasto di sabato con l’indigesta sconfitta del Milan a Verona e l’ottimo successo della Juventus per 1-0 sul campo della Samp, l’altra serie A, Fiorentina e Catania escluse, è scesa in campo ieri sera.

 

Canta Napoli.  Dopo il 3-0 secco e senza storia rifilato al malcapitato Bologna, spetta ufficialmente al Napoli di Benitez il ruolo di antagonista della Vecchia Signora. E non certo per il punteggio finale. Da spettacolo il nuovo gioco imposto dal tecnico spagnolo. Hamsik è straripante, Higuain ha  già in mano le chiavi dell’attacco, Callejon non sarà Lavezzi ma è concreto quanto serve a questo Napoli spumeggiante. La doppietta dello slovacco e la rete dell’esordiente ex Real Madrid hanno completato lo spettacolo offerto ai cinquantamila del San Paolo. Che la Juve stia allerta, questo Napoli fa paura.

 

MazzarInter. Dopo un primo tempo macchinoso e senza lampi gioco, l’Inter è riuscita a battere un Genoa inerme grazie ai gol di Nagatomo e Palacio. Le mosse dell’ex tecnico partenopeo nella ripresa hanno reso più fluido il gioco interista. Il cantiere è sempre aperto e in attesa di braccia nuove, ma i primi segnali del progetto Mazzarri si stanno iniziando  a intravedere. E il sogno di fine estate di si chiama Samuel Eto’o.
tifosi inter
 

Viva Capitan Futuro.  L’esordio è felice anche per la Roma di Rudi Garcia. Senza Lamela, lasciato in panchina con il biglietto  già pronto per Londra, l’ex tecnico del Lille ha puntato sulla grinta di Florenzi, la perpetua classe di Totti e la voglia di riscatto di De Rossi. E proprio dal centrocampista giallorosso è partita la prima riscossa romanista dopo mesi di buoi pesto.

Il suo primo gol dopo 465 giorni di digiuno e il raddoppio di Florenzi hanno spianato la strada alla Roma verso la vittoria finale. L’allenatore francese aspetta adesso rinforzi dopo le partenze del Coco e di Osvaldo. La Roma comunque c’è, anche senza troppe stelle e sembra aver già vinto la scommessa Maicon. L’esterno brasiliano macina chilometri sulla fascia come ai bei tempi.

 Curva-Nord-Lazio

Riscatto Lazio. Dopo la brutta batosta in Supercoppa era fondamentale reagire subito. Ha rialzare i biancocelesti ci hanno pensato Hernanes, Candreva e un pizzico di fortuna nel finale di partita. Inutile il gol di Muriel per l’Udinese. La Lazio di Petkovic riparte con il piede giusto, adesso però toccherà Lotito provare a rinforzare una rosa troppo stretta per competere su più fronti.

 

Per quanto riguarda le altre partite della serata, il Parma di Cassano non va oltre la 0-0 contro il Chievo, vittoria per 2-0 del Torino contro l’esordiente Sassuolo e vittoria in rimonta per 2-1 del Cagliari contro l’Atalanta.

Gianluigi Zamponi