UltimaEdizione.Eu  > 

Misteriosa malattia miete vittime tra i bambini indiani. Forse e’ encefalite.

Misteriosa malattia miete vittime  tra i bambini indiani. Forse e’ encefalite.

Misteriosa malattia colpisce i bambini indiani della zona di Muzaffarpur, nella regione settentrionale del Bihar, quasi ai confini con il Nepal. I bimbi, in poco tempo, finiscono in uno stato di coma punteggiato da convulsioni. Dovrebbe trattarsi di una forma sconosciuta di encefalite.

Sembra che almeno un terzo dei bambini muoia nel giro anche di poche ore. Poi, improvvisamente, come l’epidemia inizia a diffondersi, con l’arrivo delle piogge monsoniche scomparse. Nessuno sa il perché. “The New York Times” riferisce che il fenomeno si presenterebbe come una forma di gonfiore del cervello, o encefalite, collegabile ad un ampio spettro di malattie. Fino ad oggi, pero’, i medici non sono riusciti a stabilire un rapporto tra questi fatti che colpiscono i bambini indiani e forme di meningite o di encefalite giapponese.

“Questa epidemia accade ogni anno e non siamo stati ancora in grado di identificarne la causa o il collegamento anche di un solo fattore responsabile,” ha dichiarato il dottore LS Chauhan, direttore del Centro Nazionale per il Controllo delle Malattie in India che spera di cambiare la situazione e trovare un modo per identificare la malattia e contrastarla efficacemente.
__TFMF_5yek4yzoodbegjvj2n1pps55_940e7c2e-a87f-4602-82e4-1f5139565b43_0
Ma l’epidemia in Muzaffarpur si sta lentamente diffondendo in zone limitrofe. Le prime notizie su di questa misteriosa malattia risalgono al 1995, quando quasi 1.000 bambini ne sono stati colpiti tutti assieme e 300 di loro sono morti. Successivamente, sia pure in maniera meno ampia il fenomeno si e’ ripresentato ogni anno.
I medici non sanno se la malattia è iniziata nel 1995 o se era semplicemente passata inosservata prima. Del resto, altri casi simili sono stati registrati nel passato in aree vicine dell’India ed anche del Nepal.
“L’India ha un enorme problema con l’encefalite”, dice il medico Rajesh Pandey, uno degli epidemiologi accorso a Muzaffarpur, “ed è qualcosa che quasi nessuno conosce.”

La malattia in questione è spesso confusa con l’encefalite giapponese. Come questa, infatti, e’ solita colpire subito dopo l’inizio dei monsoni con picchi alti in autunno. Come se venisse diffusa dalle zanzare che si riproducono in acqua stagnante. Cosi’ anche questa epidemia inizia un paio di mesi prima e termina con il monsone.

John De Giorgi