UltimaEdizione.Eu  > 

Macerata: condanna unanime per l’attacco agli immigrati

Macerata: condanna unanime per l’attacco agli immigrati

Dopo i gravi fatti di Macerata, unanime è la condanna da parte di tutto il mondo istituzionale e politico che hanno deprecato il gesto del neo fascista  Luca Traini di 28 anni , che ha sparato a ll’impazzata lungo le strade della città marchigiana contro gli immigrati che incontrava,

Ne ha feriti ben sei, tutti africani di età tra i 22 e i 35 anni di età, cinque uomini e una donna provenienti  da Mali,  Ghana e Nigeria. Ricoverati all’ospedale locale, nessuno di loro è in pericolo di vita.

Luca Traini, già candidato della Lega alle elezioni comunali del 2017 a Corridonia, vicino Macerata, è stato bloccato dai Carabinieri in piazza della Vittoria, dinanzi al Monumento ai Caduti. E’ sceso dall’auto, ha messo una bandiera tricolore sulle spalle ed  ha fatto il saluto fascista.

A bordo della sua auto sono state trovate una pistola e  una tuta mimetica.