UltimaEdizione.Eu  > 

Lutto nazionale per la strage dell’autobus Perdeva pezzi meccanici lungo la strada L’autista avrebbe cercato di frenare il mezzo

Lutto nazionale per la strage dell’autobus  Perdeva pezzi meccanici lungo la strada  L’autista avrebbe cercato di frenare il mezzo

Lutto nazionale decretato dal Consiglio dei Ministri per le vittime del pullman della strage dell’Autostrada A16 tra i caselli di Avellino ovest e Baiano. 39 le vittime dell’incidente occorso ad un veicolo che sarebbe stato in pessime condizioni tanto da perdere in marcia “pezzi meccanici”.

La speranza, adesso, è che la decina di feriti ancora in gravi condizioni possano restare in vita senza, così, aumentare il bilancio di questa vera e propria strage.

Dalle ricostruzioni dell’incidente è stato possibile capire che l’autista dell’autobus, non riuscendo più a controllare il pesante mezzo, avrebbe tentato di rallentarne la corsa strusciando volontariamente contro il guard rail dell’autostrada, ma inutilmente.
strage baiano1
Dopo aver tamponato alcune auto e sfondato la protezione metallica di un viadotto è precipitato per circa 60 metri finendo sulla sottostante strada provinciale nella zona di Monteforte Irpino, in provincia di Avellino.

La locale Procura della Repubblica ha aperto un’inchiesta. Tra le ipotesi di reato ci sono quelle di concorso in omicidio plurimo colposo e disastro colposo. Lo ha confermato lo stesso procuratore di Avellino, Rosario Cantelmo, aggiungendo che ci sono già alcuni nomi sul registro degli indagati. Cantelmo ha mantenuto il riserbo su quante e chi siano le persone sulle quali in queste ore si sta soffermando l’attenzione degli inquirenti. ”Stiamo valutando anche la posizione della società Autostrade”, ha precisato Cantelmo.

I funerali delle 39 vittime saranno celebrati al palazzetto dello Sport di Monterusciello, a Pozzuoli, dove risiedevano tutti i passeggeri del pullman, e dove intanto è stata allestita la camera ardente. Papa Francesco ha espresso il suo più profondo cordoglio.

Per il Presidente della Repubblica Napolitano “sciagura inaccettabile” e il Premier Enrico Letta sarà presente alle esequie.
Red