UltimaEdizione.Eu  > 

Londra: nuovi dati confermano la “deportazione” delle famiglie dei poveri fuori città

Londra: nuovi dati confermano la “deportazione” delle famiglie dei poveri fuori città

La denuncia era venuta già dall’Independent nell’aprile scorso e noi ne demmo immediatamente conto. CLICCA QUA

Adesso, nuove cifre confermerebbero che decine di migliaia di famiglie povere sono state costrette a  lasciare molte zone del parte più interna di Londra dando vita quella che, ad esempio dal The Guardian, è definita una vera e propria “pulizia sociale di massa” attuata per lasciare gran parte della capitale britannica come solo appannaggio dei ricchi.

Questa volta il fenomeno sarebbe stato rivelato esaminando i dati sul numero dei bambini aventi diritto alla mensa scolastica gratuita calato di quasi un terzo in alcuni quartieri di Londra dal 2010 ad oggi. Questo calo confermerebbe uno spostamento di massa delle famiglie più povere provocato dell’introduzione da parte del Governo conservatore una serie di modifiche al sistema di welfare.

Al contrario, si sarebbe registrato un aumento del numero dei bambini aventi diritto alla mensa scolastica gratuita in zone più esterne di Londra, come Merton, Bexley e Croydon.

La denuncia del “The Independent” dell’aprile scorso rivelava che lo spostamento delle famiglie povere riguarderebbe circa 500 famiglie alla settimana e che il fenomeno sarebbe stato facilitato dalla recente introduzione dalla cosiddetta tassa della “camera da letto”, entrata a fare parte delle tasse introdotte localmente le quali hanno portato ad un aggravio fiscale su molte famiglie.