UltimaEdizione.Eu  > 

Livorno: inquisito sindaco 5 Stelle. Grillo lo sostiene

Livorno: inquisito sindaco 5 Stelle. Grillo lo sostiene

Filippo Nogarin, sindaco di Livorno del M5S ,  raggiunto da un avviso di garanzia per la vicenda dell’Aamps, ex azienda municipalizzata nel settore dei rifiuti è sstato invitato da Beppe Grillo ad andare avanti.

La notizia della sua iscrizione nel registro degli indagati è stata diffusa dallo stesso Nogarin attraverso la propria pagina Facebook. “Come già avevo previsto in questi giorni, ha scritto Nogarin, stamattina ho ricevuto un avviso di garanzia legato alla richiesta di concordato per l’Aamps di Livorno del tutto identico a quello dell’assessore Lemmetti. Non conosco ancora la contestazione specifica”.

Il sindaco della città labronica continua scrivendo: “Sono fermamente certo di aver sempre agito per il bene dell’azienda e dei livornesi. Se già durante le indagini preliminari dovesse emergere una condotta contraria ai principi del M5S sono pronto a dimettermi”.

Nogarin ricorda che l’indagine è stata fatta avviare dalla sua stessa amministrazione ed esprime l’auspicio “di poter accedere agli atti il prima possibile per capire la condotta che ci viene contestata. Abbiamo bisogno di capire se si tratti di un atto dovuto o meno, visto che sul caso Aamps riteniamo di aver sempre e solo agito nell’interesse dei cittadini di Livorno, per riparare alle malefatte del Pd. Un fronte in cui, tra l’altro, parrebbe cominciare a vedersi un po’ di luce dopo anni e anni di buio pesto: il piano, ancora in corso di redazione, salvaguarderebbe i livelli occupazionali e soddisferebbe per buona parte i creditori”.

La notizia, ovviamente, ha scatenato una violenta polemica tra il Movimento fondato da Beppe Grillo e le altre forze politiche che, ovviamente, provano ad utilizzare questa vicenda visto elemento della campagna elettorale amministrativa in corso in città importanti come Roma, Milano, Napoli e Torino, dove i Cinque Stelle sono dati in forte aumento.

Alessandro Di Battista spiega la posizione del M5S sulla questione ricordando che la Aamps livornese : ” è piena di debiti e siamo noi che abbiamo portato i libri in tribunale”. L’esponente del Movimento di Grillo spiega che “l’ obiettivo è solo che si faccia chiarezza nell’interesse dei cittadini di Livorno. Per cui aspettiamo di capire un po’ meglio le carte. Potrebbe essere un atto dovuto. Qualora non dovesse esserlo e ci dovessero essere delle condotte che vanno in senso contrario al Movimento 5 Stelle il sindaco Nogarin ovviamente ne trarrà le conseguenze”.