UltimaEdizione.Eu  > 

L’artigianato made in Italy si serve della più moderna tecnologia per sbarcare sui mercati esigenti dei club esclusivi: “Manuitalica” anticipa la boutique del domani?

L’artigianato made in Italy si serve della più moderna tecnologia per sbarcare sui mercati esigenti dei club esclusivi: “Manuitalica” anticipa la boutique del domani?

Il matrimonio dell’innovativo con la tradizione. Una nuova boutique che valorizzi l’artigianato Made in Italy servendosi della più avanzata tecnologia e che consenta ai tanti artisti dell’oggetto nostrani, che non dispongono della possibilità di pubblicizzarsi come i grandi, di farsi conoscere a livello internazionale.
Ecco l’idea, che offre una vetrina sul mondo ai “piccoli” del Made in Italy, che avranno l’opportunità di proporre le proprie creazioni negli Hotel più prestigiosi e perché no, anche nei circoli e club, dove ci si riunisce per giocare a tennis, golf, scacchi o bridge. “Manuitalica” è il nome di questo progetto, realizzato dalla ITALIAN MULTIMEDIA GROUP, azienda che si occupa della promozione e dello sviluppo dello stile italiano nel mondo e che si propone di aumentare il valore delle idee creative contemporanee.

“Manuitalica” intende garantire all’artigianato d’elezione uno spazio sul mercato, anche su quello d’esportazione, come ci spiega Piero di Pasquale, Presidente della ITMG, in occasione dell’Undicesima Edizione dell’Albergatore Day 2014.

1a9902 Parco21 Borse, occhiali, penne e orecchini sono tra i prodotti offerti al pubblico in quantità rigorosamente limitata, per salvaguardarne l’originalità. I prezzi non sono di certo modici, ma la qualità dell’artigianato è facilmente riconoscibile: i gioielli di Anna e Alex orecchini è addirittura l’artigiano dei bottoni papali e lo stesso valore possiamo attribuirlo alle penne, disegnate da artisti internazionali per 5 premi Nobel.

L’acquisto poi, procede in modo decisamente originale, mediante uno schermo altezza uomo che si serve della tecnologia touchscreen (e non solo). Che si voglia approfittare dell’aiuto del promoter, o si voglia scegliere solo affidandosi ai gusti personali, è possibile acquistare i prodotti direttamente dal proprio tablet, fotografandone il codice.

La sfida lanciata al mercato della vendita online è, però, quella di offrire la possibilità al cliente di toccare con mano il prodotto, custodito in un mobile d’artigianato prontamente posizionato accanto alla boutique “tecnologica”. Nell’armadio (anche questo in vendita), creato dall’artista internazionale Domenico Paladino, gli oggetti d’artigianato trovano infatti posto, per essere esaminati dai clienti più esigenti prima dell’acquisto e dare testimonianza della qualità Made in Italy delle creazioni.

Lo schermo, dalla tecnologia dell’azienda BBS, accompagnato dall’artigianato italiano del mobile di Paladino, suggeriscono, fin dal primo impatto visivo, le caratteristiche “esclusive” della boutique Manuitalica, a febbraio sul mercato.

Isadora Casadonte