UltimaEdizione.Eu  > 

L’annuncio di Papa Francesco all’Angelus: “Pellegrinaggio in Terra Santa dal 24 al 26 maggio 2014”

L’annuncio di Papa Francesco all’Angelus: “Pellegrinaggio in Terra Santa dal 24 al 26 maggio 2014”

Il Papa in Terra Santa dal 24 al 26 maggio. E’ stato lo stesso Francesco ad annunciarlo, dopo la brecita dell’Angelus, in piazza San Pietro. ”Nel clima di gioia, tipico di questo tempo natalizio, desidero annunciare che compirò un viaggio in Terra Santa”. Poche parole per anticipare ai fedeli che gremivano la piazza, sfidando la pioggia, lo svolgimento di un pellegrinaggio che si propone di far tornare la pace in una zona martoriata del Medio Oriente. “Scopo principale – ha proseguito il Papa, interrotto dagli applausi della folla – è commemorare lo storico incontro tra il Papa Paolo VI e il Patriarca Atenagora, che avvenne esattamente il 5 gennaio, come oggi, di 50 anni fa”.

Bergoglio ha annunciato che “le tappe saranno tre: Amman, Betlemme e Gerusalemme”. “Presso il Santo Sepolcro – ha aggiunto – celebreremo un Incontro Ecumenico con tutti i rappresentanti delle Chiese cristiane di Gerusalemme, insieme al Patriarca Bartolomeo di Costantinopoli. Fin da ora vi domando di pregare per questo pellegrinaggio che sarà un pellegrinaggio di preghiera”, ha concluso il 1papafrancesco2Pontefice. Papa Francesco è il quarto capo della Chiesa di Roma che si reca in terra Santa, dopo Paolo VI (4-6 gennaio 1964), Giovanni Paolo II (20-26 marzo 2000) e Benedetto XVI (8-15 maggio 2009).

“Nelle scorse settimane mi sono arrivati da ogni parte del mondo tanti messaggi di auguri per il Santo Natale e per l’Anno Nuovo – ha detto ancora Papa Francesco al termine dell’Angelus – e mi piacerebbe, ma purtroppo è impossibile rispondere a tutti! Perciò desidero ringraziare di cuore i bambini, per i loro bei disegni che sono bei disegni, davvero, quindi i giovani, gli anziani, le famiglie, le comunità parrocchiali e religiose, le associazioni, i movimenti e i diversi gruppi che hanno voluto manifestarmi affetto e vicinanza”. “Chiedo a tutti – ha detto ancora – di continuare a pregare per me, ne ho bisogno, e pregare per questo mio servizio alla Chiesa. Grazie!”.

Salutando i fedeli al termine dell’Angelus, papa Francesco ha avuto parole di sostegno e incoraggiamento per i maestri cattolici italiani presenti in piazza in occasione del congresso della loro Associazione, l’Aimc. “Vi incoraggio nel vostro lavoro educativo, è molto importante!”, ha esclamato il Pontefice, salutando l’Associazione Italiana Maestri Cattolici.

Beatrice Zamponi