UltimaEdizione.Eu  > 

La seconda semifinale di Coppa Italia all’Olimpico premia la Roma che supera il Napoli 3 a 2

La seconda semifinale di Coppa Italia all’Olimpico premia la Roma che supera il Napoli 3 a 2

Seconda semifinale di Coppa Italia allo stadio Olimpico. In campo le due maggiori inseguitrici della Juventus capolista. La Roma di Garcia opposta al Napoli  di Rafael Benitez. Un vero e proprio classico del calcio. Il derby del Sud che richiamava sugli spalti dell’Olimpico il pubblico delle grandi occasioni.

Questa volta mancano i tifosi del Napoli e, complice la diretta televisiva, anche i romani sono stati in molti a disertare l’appuntamento. Vuoi per la giornata feriale e vuoi per le condizioni del tempo che non state molto clementi.

Il Napoli non sfugge alla legge di quest’anno dell’Olimpico  che vede tutte le squadre ospiti soccombere di fronte alla potenza e all’eleganza  di gioco dei giallorossi. Potenza ed eleganza che emergono anocra una volta, anche in questa partita.

A sbloccare il risultato è un gol da antologia calcistica di Gervinho, l’uomo in più. Davvero instancabile che si sposta a destra ed a sinistra del terreno di gioco e copre i settori di attacco, di centrocampo e della difesa. L’ivoriano è davvero l’uomo in più. Instancabile non da tregua agli avversari del Napoli. Nota.

E’ il 12 del primo tempo quando Totti lo fa partire in velocità.  Gervinho, accelera il movimento, beffandosi di tre difensori napoletani insaccando a porta vuota.

Gli azzurri partenopei  non riescono più a creare un pericolo reale per la porta di De Sanctis.  Al 32 arriva il gol del raddoppio di Strootman. Anche questo un capolavoro. Il centrocampista giallorosso fa tutto da solo. Conquista il pallone a centrocampo e lascia partire un gran tiro dalla tre quarti. La palla si infila tra Reina ed il palo alla sinistra del portiere, quasi all’altezza dell’incrocio dei legni.

La musica cambia nella ripresa quando i il Napoli riapre prepotentemente la partita  con Higuain dopo appena due minuti di gioco. Lanciato da Insigne,  Higuain lascia partire un tiro in diagonale che,  dopo aver colpito il piede di Benatia,  si infila nell’angolo alla sinistra di De Sanctis. Un illusione rafforzata da Mertens che al 25’ pareggia con una gran botta di sinistro che, dal centro area,  fa secco De Sanctis.

esultano i giallorossi dopo la retre di Strottman

Ma la Roma, mai doma, continua a premere imbastendo azioni su azioni che per un soffio non vengono tramutate in gol. E’ sempre Gervinho a presentarsi minaccioso in area. Così  tanto impeto è premiato al 44’ allorchè Gervinho sfrutta un preciso lancio di Florenzi riuscendo a battere Reina in uscita. E’ il gol del 3-2 finale.

Enrico Barone