UltimaEdizione.Eu  > 

Verona-Roma 1-3 ed è riaperto il campionato. Il Milan vince a Cagliari e nel posticipo Fiorentina-Genoa 3-3

Verona-Roma 1-3 ed è riaperto il campionato. Il Milan vince a Cagliari e nel posticipo Fiorentina-Genoa 3-3

La Roma sorniona continua la marcia di avvicinamento alla Juventus. La squadra di Garcia si libera ,pure del Verona con secco3 a 1 firmato da Lljajic, Gervinho e da capitan Totti subentrato nella ripresa a Destro. La  Roma che ha saputo approfittare del pareggio della Juventus patita all’Olimpico nei confronti della Lazio ed ha subito recuperato  due dei nove punti che la separavano dai campioni d’Italia. Per i tifosi ora è lecito sperare e sognare. I bianconeri hanno evidenziato i loro limiti. Gli uomini di Conte non sono poi quella macchina irresistibile elogiata da tutti. Martedì scorso all’Olimpico la Roma ha visto che gli avversari di sempre si possono fermare.

Al Bentegodi  gli uomini Garcia hanno dimostrato di essere una squadra di carattere. Passati n vantaggio in pieno recupero nella prima frazione di gara, grazie ad cross raccolto da Lijajc e girato in rete, i giallorossi non si sono disuniti al momento del pareggio giunto dopo i primi cinque minuti del secondo tempo . Hanno continuato a premere stringendo  il Verona nella propria metà campo.

Puntuale come un cronometro dopo dieci minuti, al 15 esimo, è arrivato il gol di Gervinho. Gervinho è l’uomo in più della Roma, il trascinatore, dimostrando di essere l’acquisto più azzeccato nella campagna di mercato estiva. Dal suo piede sono partite numerose azioni pericolose non sfruttate dai compagni di squadra oppure neutralizzate a mala pena  dai pasticcioni difensori giallo blù.

Totti in una fase di gioco

Senza storia il rigore che ha sancito definitivamente il successo dei giallorossi. Assegnato al 35 esimo per un fallo su Torosidis, viene trasformato da capitan Totti subentrato a Destro.  Un gol magistrale al quale a pochi minuti dalla fine fa seguito una traversa. Una Roma ben concentrata,con i piedi per terra, che ha mostrato di poter fare a meno di un giocatore del calibro di Totti. Se continuerà su questo ritmo sarà impegnativo per la Juventus difendere il margine di sei punti dagli assalti dei capitolini.

Poche sorprese nella altre gare della seconda giornata del girone di ritorno. Una domenica tutta sommato povera di gol, ben otto solo negli incontri di Verona e di Livorno, dove i padroni di casa hanno avuto bragione del Sassuolo. A balzare all’occhio attento è la vittoria esterna del Milan conseguita nel finale sul difficile campo del Cagliari. Segno dell’effetto Seedorf che tutti si aspettavano. L’undiuci rossonero appunto in finale di ripresa, all 87’ e al 90’, ha saputo tirare fuori com Balottelli e Pazzini prima il gol del pareggio e poi della vittoria. Tre punti che permettono al Milan di aumentare il distacco dall’Atalanta sconfitta sul campo del Torino.

Incolore la prova dell’Inter che non riesce a sbloccare il pareggio a reti inviolate con l’ultima della classe. Sempre più interessante la lotta nella zona bassa della classifica. La Sampdoria raggiunta nel finale al Bologna riesce a distanziare Cagliari e Udinese. Friulani, sconfitti a Parma, inchiodati a quota 20, a due punti dalla coppia Chievo–Bologna che li tallona a 18. Seguono il Sassuolo e Livorno con gli emiliani ch sono terz’ultimi in classifica ad un punto di vantaggio proprio sui toscani.

1a8300 genoaE finale di giornata con emozioni a non finire al Franchi, dove in un’altalena di gol Fiorentina e Genoa concludono con un sonante 3-3 l’incontro del posticipo domenicale. Va per prima in vantaggio il Genoa per un inesistente rigore concesso dall’arbitro e realizzato poi da Gilardino. Solo 6 minuti e un altro rigore, questa volta sacrosanto, porta con Aquilani il pareggio della Fiorentina. Un minuto ancora e il Genova va di nuovo in vantaggio. il 2-1 è siglato da Antonini. In chisura di tempo è di nuovo Aquilani che riporta la situazione in pari.

La ripresa vede la Fiorentina che cerca la vittoria ma il Genoa tiene. Poi, dopo una rete regolare, ma annullata, sempre di Aquilani, i viola al 12′ si portano in vantaggio. E’ ancora Aquilani a segnare, realizzando la sua prima tripletta in serie A. I rossoblù non demordono, e così al 33′ De Maio realizza il 3-3 del pareggio che durerà sino al triplice fischio dell’arbitro che sancisce il risultato.

Enrico Barone

I risultati della seconda giornata di ritorno di Serie A:

Napoli-Chievo 1-1
Lazio-Juventus 1-1
Verona-Roma 1-3
Cagliari-Milan 1-2
Inter-Catania 0-0
Livorno-Sassuolo 3-1
Parma-Udinese 1-0
Sampdoria-Bologna 1-1
Torino-Atalanta 1-0
Fiorentina-Genoa 3-3