UltimaEdizione.Eu  > 

La Regione Campania punta a più alti standard di trasporto, ma mancano i soldi e il personale Circumvesuviana sciopera

La Regione Campania punta a più alti standard di trasporto, ma mancano i soldi  e il personale Circumvesuviana sciopera

La Regione Campania è certa che presto il trasporto campano raggiungerà gli standard di efficienza del livello nazionale, anche se nell frattempo la situazione quotidiana della mobilità nel territorio regionale presenta ogni giorno qualche fattore di crisi. Ad esempio, oggi mercoledì 25 settembre, i treni della ferrovia Circumvesuviana sono rimasti fermi nella stazione di Porta Nolana di Napoli, dopo che il personale di Eav, la holding dei trasporti regionali, ha messo in atto una protesta dopo avere appreso che non sarà loro pagato il prossimo stipendio. Un centinaio di dipendenti, per qualche ora, ha occupato i binari della stazione per impedire le partenze, mentre una delegazione di sindacalisti si è recata a colloquio nella sede dell’azienda. Probabili altri disagi per i passeggeri nei prossimi giorni. Previste ripercussioni anche per per il servizio di Sepsa e di Metrocampania Nordest, entrambe società del gruppo Ente Autonomo Volturno, i cui dipendenti potrebbero accodarsi alla protesta.

aaacircum7 caldoroNel frattempo la Regione Campania fa rilevare come ben 156 milioni di euro siano stati trasferiti a Eav negli ultimi tre anni, nonostante i tagli statali. E’ quanto ha precisato il Presidente della Giunta campana, Stefano Caldoro, spiegando che a Eav sono stati anticipati 37 milioni di euro nel 2011, 45 l’anno scorso e 74 all’inizio del 2013. Somme che, appunto, il Governo nazionale non ancora erogato. Il Presidente della Regione ha anche spiegato che la riduzione dei costi per avvicinarsi agli standard nazionali, presupposto per l’approvazione di un piano di rientro, sarà pari a circa 34 milioni di euro alla fine del 2013. Una riduzione, ha sottolineato Caldoro, ottenuta anche grazie all’impegno delle parti sociali: diverse sono state e misure adottate per presentare i piani di aaacircum10 vetrella in corso di approvazione, tra cui, ad esempio, la riduzione del 25 per cento del personale dirigente e dipendente.

L’assessore regionale ai Trasporti Sergio Vetrella ha a sua volta dichiarato che “ora è necessario che il Governo intervenga subito per consentire l’utilizzazione anticipata delle risorse nazionali destinate al risanamento, in attesa che venga formalizzato l’accordo e che lo stesso venga recepito dalla Corte dei Conti, e per escludere queste somme dai limiti del patto di stabilità interno imposti alla Regione Campania”. Ciò che si sta portando avanti, ha precisato Vetrella, “è un lavoro teso a salvaguardare il servizio di trasporto per i cittadini e i posti di lavoro dei dipendenti con una politica di rigore e di contenimento dei debiti”.

Red