UltimaEdizione.Eu  > 

Juve: cuce lo scudetto. 5 a 0 alla Sampdoria

Juve: cuce lo scudetto. 5 a 0 alla Sampdoria

La Juventus si prende definitivamente lo scudetto e se lo cuce ufficialmente sulla maglia chiudendo il campionato nel proprio stadio Olimpico di Torino dove punisce con un secco 5 a 0 la Sampdoria. La Juve così finisce con ben 55 in differenza reti, avendone realizzate 75 e subite solo 20, confermandosi la difesa più ermetica della competizione.

I bianconeri non potevano chiudere meglio una stagione partita male, ma poi raddrizzata in maniera favolosa e conquistando il quinto scudetto di fila e candidandosi di nuovo per la Coppa Italia, per la quale si scontrerà con il Milan.

Nell’ultima partita di campionato si è confermata la capacità di gioco e di realizzazione di Dybala, che nelle fila della Juve si è dimostrato davvero un’autentica scoperta. Suoi due delle reti, tra cui una su calcio di rigore concesso dall’arbitro dopo che il blucerchiato Skriniar ha steso in area Mandzukic. Per questo fallo lo slovacco è stato espulso direttamente e così la Sampdoria si è ritrovata a giocare in 10.

Quando a metà del secondo tempo l’allenatore della Juventus, Massimiliano Allegri, fa uscire il gioiellino por far subentrare Morata lo stadio esplode per un caloroso saluto che sa tanto di ringraziamento per quello che il giovane argentino ha significato in questa stagione.

Le altre  reti della Juve sono state realizzate da Evra, dal ritornato Chiellini dopo un lungo periodo di assenza a seguito di un grave infortunio e da Bonucci.

Adesso, con la quinta vittoria di fila, cosa che eguaglia il record bianconero degli anni trenta e quello successivo dei cugini granata del Grande Torino, ufficialmente la Juve è a quota 32 scudetti, ma per i suoi tifosi è a quota 34 perché ritengono che due sono stati ingiustamente tolti dalla giustizia sportiva.

Il quinto scudetto arriva in maniera ufficiale proprio nel giorno in cui si viene a sapere che la Corte di Cassazione ha definitivamente condannato Moggi a risarcire le squadre che sarebbero state danneggiate dal suo comportamento che avrebbe contribuito a falsare i risultati del campionato 2004- 2005, uno dei due per i quali sono stati tolti gli scudetti alla Juve anche se i suoi sostenitori continuano a ritenere che li aveva comunque vinti sul campo.