UltimaEdizione.Eu  > 

Istituto per l’Infanzia San Romano: maltrattamenti e percosse a bimbi ai “domiciliari” 2 maestre d’asilo

Trattava male i bimbi, li copriva di improperi, e spesso li picchiava, mentre la direttrice, pur sapendo, faceva finta di niente. Così due maestre d’asilo di Roma sono finite ai “domiciliari” accusate di maltrattamenti e percosse. Si tratta della Coordinatrice e di una maestra della San Romano, un istituto pubblico per l’infanzia di Portonaccio, in zona Tiburtina. Le due donne sono state “incastrate” dai filmati e dagli audio registrati da telecamere e microfoni fatti installare dal magistrato della Procura di Roma a seguito di ripetuti esposti e segnalazioni presentati dai genitori dei piccoli. Così, il sostituto procuratore Francesco Albamonte ha richiesto con urgenza la misura cautelare contro le due insegnanti, subito confermata dal Gip del Tribunale di Roma, Elvira Tamburelli.

Maltrattamenti e percosse che continuavano da parecchio tempo per opera della maestra, M.R.C. di 57 anni, madre di due figli, che secondo le indagini della polizia si accaniva contro i piccoli che facevano i capricci, insultandoli e umiliandoli, ricorrendo, a volte, anche alle botte. La coordinatrice scolastica, F.M., di 63 anni, invece, pur essendo da tempo a conoscenza di quanto accadeva, avrebbe omesso di prendere gli opportuni provvedimenti, per salvaguardare il buon nome dell’Istituto”.

Buon nome miseramente infranto all’improvviso dagli arresti e dalle orrende contestazioni dei misfatti. Per i molti genitori che da tempo si erano lamentati facendo scattare le indagini, in tanti, invece non si erano mai accorti di niente. “Vogliamo vedere i video per capire cosa facevano a scuola ai nostri figli”, è il martellante ritornello di quei genitori increduli che solo ora sono venuti a conoscenza di quanto regolarmente avveniva all’interno dell’aula nelle ore di lezione della maestra M.R.C..

Red