UltimaEdizione.Eu  > 

Israele: sì alle costruzione su terre private dei palestinesi. Polemiche

Israele: sì alle costruzione su terre private dei palestinesi. Polemiche

Israele ha approvato una controversa legge che legalizza retroattivamente la costruzione di 3.800 case per i coloni ebrei costruite su terreni privati palestinesi nella Cisgiordania occupata.

La legge ha ricevuto numerose critiche internazionali, mentre le autorità palestinesi parlano di un vero e proprio “ furto” compiuto a danno dei loro cittadini. Lo stesso Procuratore generale d’ Israele ha bollato come illegittimo il provvedimento ed ha annunciate che non ne sosterrà la validità nel caso in cui fosse portato all’esame della Corte suprema perché, a suo avviso,  si tratta di una legge incostituzionale.

Secondo la legge appena approvata i proprietari terrieri palestinesi saranno o ricompensati finanziariamente o sarà dato loro un terreno alternativo.

I palestinesi sostengono che la nuova legislazione sugli insediamenti ebraici su terra palestinese allontana la pace e mina le possibilità di giungere alla creazione di un loro stato.

Nuovi insediamenti

Nuovi insediamenti