UltimaEdizione.Eu  > 

Iraq: attacchi aerei e stragi dell’Isis provocano quasi 60 morti in poche ore

Iraq: attacchi aerei e stragi dell’Isis provocano quasi 60 morti in poche ore

24 civili iracheni sono stati uccisi a seguito di due attacchi aerei condotti su  città di Calore e Rutbah, sotto il controllo dell’Isis, o Daesh , nella provincia di Anbar.

Ancora non è stato identificato il paese o i paesi responsabili dei bombardamenti perché potrebbero essere opera della coalizione guidata dagli Stati Uniti o degli aerei dell’aeronautica irachena.

Le forze irachene e le milizie del Califfato islamico sono da tempo impegnate in furiosi scontri in tutta la zona dell’Anbar, territorio in cui vivono 3,2 milioni di persone e dove si trovano le importanti città di Ramadi, ora in gran parte ritornata sotto il controllo delle forze governative , e di Fallujah.

Questa ultima strage segue un attentato suicida condotto dall’Isis nel villaggio di al-Subaihaat, ad est di Ramadi , e costato la vita ad almeno 20 soldati dell’esercito iracheno e l’assalto ad una caserma di Haditha dove sono stati uccisi 13 persone di una tribù locale sunnita contraria agli islamisti.