UltimaEdizione.Eu  > 

Incredibile vicenda per un’italiana nel Regno Unito: costretta a subire il cesareo. Poi, le tolgono la bambina

Incredibile vicenda per un’italiana nel Regno Unito: costretta a subire il cesareo. Poi, le tolgono la bambina

E’ finito di fronte al Parlamento di Westminster il caso di una donna italiana sedata per essere costretta a partorire con un taglio cesareo. Alla donna, poi, i servizi sociali britannici hanno anche tolto il bambino. L’iniziativa parlamentare è stata presa dal liberal-democratico John Hemming cha dichiarato, infatti, di aver sollevato il caso dopo aver parlato con la donna coinvolta.

Il fatto è accaduto nell’Essex 15 mesi fa ed è stato giustificato dai servizi sociali per le condizioni mentali della donna, cui ancora sarebbe opposto un rifiuto per la riconsegna della bambina, nonostante la donna si sia sottoposta a delle cure ed abbia raggiunto un recupero completo delle sue facoltà.

Gli avvocati della madre di cui, ovviamente vengono tenute riservate le generalità, contestano ai servizi sociali ed al magistrato che ha autorizzato l’intervento chirurgico di non aver prima informato i familiari della donna, che si trovava nel regno Unito per motivi di lavoro, ed i servizi sociali italiani.

Il deputato Hemming ha detto che “ci sono notevoli problemi nel funzionamento dei tribunali della famiglia. Parte della soluzione viene sicuramente da un maggiore controllo pubblico, ma dobbiamo anche essere sicuri sulle prove fornite dagli esperti, come sono i consulenti dei servizi sociali”.

essex-county

La donna si trovava in Gran Bretagna per frequentare un corso di formazione con una compagnia aerea all’aeroporto di Stansted nella contea dell’Essex.Ha avuto un attacco di panico, che i parenti ritengono sia stato causato dal fatto di non avere preso regolarmente un farmaco prescritto per un disturbo bipolare. Portata in una struttura psichiatrica, era stata trattenuta.

Visto lo stato avanzato di gravidanza, i servizi sociali avevano richiesto un’autorizzazione dell’Alta Corte per farla partorire mediante taglio cesareo.

Adesso, forti sono le polemiche sul comportamento tenuto dalle autorità e sul rifiuto che ancora viene opposto alla riconsegna della bambina.

John Balcony