UltimaEdizione.Eu  > 

Inchiesta BBC: prove che militanti Isis trasferiti in Europa tra i migranti sul Mediterraneo

Inchiesta BBC: prove che militanti Isis trasferiti in Europa tra i migranti sul Mediterraneo

L’ISIS fa spostare verso l’Europa molti suoi militanti utilizzando il trasferimento dei migranti sulle acque del Mediterraneo. La notizie è data per certa dalla BBC, l’emittente britannica, che ha ricevuto l’informazione da Abdul Basit Haroun, un consigliere del governativo libico il quale avrebbe direttamente parlato con proprietari delle barche piene di migranti,  pronte a lasciare le coste libiche per dirigersi verso l’Italia.

L’Isis, secondo il funzionario, sarebbe in grado di controllare una parte delle zone dove vengono imbarcati i migranti e, addirittura, incasserebbe il 50 % dei ricavi di questo traffico di esseri umani.

La BBC ha realizzato un’inchiesta nel corso della quale sono state raccolte varie testimonianze per avvalorare questa informazione. Una di queste conferma, ad esempio, che “i militanti spesso sedevano separatamente dagli altri migranti e non erano spaventati della traversata”.

L’emittente britannica ricorda che almeno 218.000 persone ha raggiunto l’Europa attraversando illegalmente il Mar Mediterraneo. Di questi in Italia vi sono stati più di 140.000 arrivi.

All’inizio di quest’anno, l’agenzia di controllo delle frontiere organizzata dall’Unione Europea, Frontex, aveva già avvertito sulla “possibilità” che i combattenti stranieri usino il trasferimento di migranti per entrare in Europa.

L’ Isis, ricorda la BBC, controlla gran parte del Iraq e Siria, ma è molto attivo anche in Libia, in parte, in altre zone dell’Africa del Nord come dimostrerebbe l’attentato organizzato, e poi rivendicato, a Tunisi in cui 22 persone persero la vita lo scorso marzo.