UltimaEdizione.Eu  > 

In Gran Bretagna da qualche anno meno mamme allattano i loro piccoli

In Gran Bretagna da qualche anno  meno mamme allattano i loro piccoli

Il numero di nuove madri che tentano di allattare al seno in Gran Bretagna si è ridotto notevolmente per la prima volta in quasi un decennio. Nuovi dati dicono che sono ben 5.700 in più le neo mamme che decidono di non allattare neppure una volta al seno il loro bambino, rispetto all’anno precedente. Si tratta del primo calo registrato dal Dipartimento della Salute da quando ha iniziato a registrare statistiche al riguardo, nel 2004.
Sono numeri molto attendibili perché nel Regno Unito tutte le puerpere sono seguite ed assistite per legge dal Servizio Sanitario Nazionale, NHS.

Così veniamo a sapere per certo che nel 2012-13, sono state 327.048 le donne che non hanno completato l’allattamento del loro bambino per tutte le sei, otto settimane del periodo di visite di controllo, mentre a tutte é stata rivolta la raccomandazione di farlo per i primi sei mesi di vita dei piccoli. Si tratta di circa la metà delle 670.535 nascite registrate in Inghilterra l’anno scorso.

biberon[1Le statistiche hanno spinto il Royal College of Ostetricia(RCM) ad esprimere serie preoccupazioni per la mancanza di promozione dell’allattamento al seno sotto l’attuale governo. La RCM denuncia anche una carenza di 5.000 ostetriche ed i tagli che il Servizio Sanitario Nazionale sta operando per la copertura finanziaria delle cure prenatali e postnatali.

Entrando più nello specifico, si vece che i dati forniscono la prova di alcune variazioni regionali sorprendenti. In aree con elevati livelli di degrado sociale – come Knowsley, Hartlepool e North East Lincolnshire – quattro su cinque madri non allattano per tutte le sei-otto settimane successive alla nascita del loro bambino. Al contrario, a Kensington, in Londra, zona economicamente e socialmente evoluta, l’87 per cento delle madri dichiarano di praticare, in parte o totalmente, l’allattamento al seno lungo l’intero stesso periodo.

Louise Silverton, il direttore del RCM di ostetricia, ha dichiarato: “L’allattamento al seno non è più un problema di salute pubblica come lo era sotto il precedente governo. C’è stato un cambio di priorità e, adesso, l’alimentazione infantile non è più considerata importante. Breastfeeding numbers among new mums have started to fall.Vi è ora una mancanza di promozione della salute attraverso l’allattamento al seno.”

Diane Abbott, il laburista ministro ombra della salute pubblica, ha detto che la coalizione di Governo sta fallendo mentre madri e bambini hanno bisogno di interventi. “Il ministro Jeremy Hunt – ha detto polemicamente verso l’antagonista- dovrebbe spiegare alle famiglie perché il governo ha tagliato l’annuale settimana di promozione dell’allattamento al seno. Penso che finiremo in una situazione in cui le giovani madri vedono costosi spot televisivi ogni sera sulla formula del latte in polvere, ma non sapranno niente dei benefici dell’allattamento al seno.”

Un portavoce del Ministero della Salute ha precisato che il Governo britannico è impegnato ad aumentare il numero delle ostetriche di 1400 unità, così come i visitatori a casa delle neo mamme.

John Balcony