UltimaEdizione.Eu  > 

In calo la lettura libri dei bambini Sempre meno lettura serale per buona notte

In calo la lettura libri dei bambini  Sempre meno lettura serale per buona notte

La lettura è in calo tra gli alunni in età scolare di tutto il mondo occidentale ed un numero crescente di genitori sta abbandonando la rituale lettura serale delle storie della buona notte per i loro figli. I britannici leggono molto e sono sempre estremamente attenti ai problemi della cultura e della formazione, in generale, e di quella dei giovani, in particolare.

Si sono, allora, messi a studiare le questione ed hanno scoperto una serie di cose interessanti. Ad esempio, che i genitori leggono i libri ai figli, la sera a letto, solo fino a quando questi non raggiungono l’età scolastica. Solo il 2% di loro continua a leggere ai figli un libro, ogni sera, fino alla fine della scuola elementare.

In Gran Bretagna, recentemente, è stato presentato un rapporto sulla lettura dei bambini e di aspetti ad essa collegati come quelli innescati dall’arrivo di sempre più nuovi e sofisticati sistemi applicativi del telefono e del collegamento Internet. Dal rapporto si è venuti a sapere che l’82 per cento degli insegnanti rimprovera al governo il ridotto interesse e piacere dei bambini verso la lettura. Questo a causa di atteggiamenti troppo rigidi che riguarderebbero la gestione dell’attività scolastica, soprattutto, nella prima fase del ciclo dell’apprendimento.
Scuola
Due terzi degli insegnanti intervistati, così, ha detto di non avere il tempo e la possibilità, durante l’attività scolastica, di introdurre una serie di libri diversi da quelli fissati e che questo costituisce un ostacolo importante al raggiungimento di un buon livello della capacità di lettura dei bambini.

Gli insegnanti citano come altri fattori responsabili della riduzione della lettura anche la continua mancanza dei bibliotecari scolastici e l’aumento del tempo dedicato ai computer, uno dai principali responsabili della deviazione degli interessi dei bambini dalla lettura e dal gioco.

In occasione della presentazione del rapporto sulla lettura c’è stato l’intervento dello scrittore Frank Cottrell Boyce, autore delle sceneggiature per le cerimonie delle Olimpiadi del 2012, il quale ha amaramente commentato i dati resi noti: “abbiamo scoperto che l’intera nazione si é collettivamente dimenticata che questo Paese ha fatto la rivoluzione industriale.
buonanotte-con-papa-che-legge-le-favole-alla-sua-bimba
E che i libri hanno svolto un ruolo cruciale perché essa si sviluppasse. I libri possono essere scritti da chiunque, ma gran parte del piacere di un libro viene proprio dall’ascoltare qualcuno che lo legge per voi”.

Nel corso dell’evento, la BBC ha presentato un documentario girato per analizzare il futuro dei media ed i bambini nei prossimi cinque anni. Secondo i dati raccolti, lo scorso Natale si è registrato un punto di svolta nella vendita di apparati elettronici come computer o tablet. I dirigenti della tv pubblica britannica hanno spiegato che il sito del loro programma per bambini “Beebies“ deve constatare un enorme cambiamento nel numero dei piccoli utenti che vi accedono dai dispositivi più diversi presenti oggi sul mercato, oltre che dai tradizionali computer”.
bimbo ipad
La speranza è che questi schermi portatili e di facile utilizzo possano, se il materiale sarà adattato e scaricabile facilmente, rappresentare un’opportunità per editori ambiziosi in grado di pubblicare, ad esempio, libri che i bambini possono leggere sui loro applicativi portatili, oppure libri digitali con immagini in movimento superando, così, il sistema più statico delle vecchie fotografie per illustrare eventi storici, luoghi geografici ed informazioni scientifiche.

John Balcony