UltimaEdizione.Eu  > 

In arrivo una nuova ondata di maltempo: piogge e molta neve sulle Alpi anche a basse quote per una perturbazione di origine atlantica

In arrivo una nuova ondata di maltempo: piogge e molta neve sulle Alpi anche a basse quote per una perturbazione di origine atlantica

La tregua dalla pioggia è finita ed è bene prepararsi per la nuova ondata di maltempo che interesserà l’Italia, soprattutto il centro nord con molta neve. Una nuova perturbazione di origine atlantica, infatti, è in arrivo e porterà forti piogge e, appunto, abbondanti nevicate sulle Alpi. Il Sud invece non sarà coinvolto in questa fase di maltempo: prevista solo qualche pioggia per martedì. Venti di burrasca soffieranno però sulla Sardegna.

Sulla base delle previsioni disponibili il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le Regioni coinvolte ha emesso, quindi, un avviso di condizioni meteorologiche avverse.

pioL’avviso meteo prevede nei prossimi giorni precipitazioni diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Liguria, Emilia-Romagna, Toscana, Umbria, Lazio e Sardegna, in estensione a Veneto e Friuli Venezia Giulia, con quantitativi fino a molto elevati su Liguria di levante, Toscana ed Emilia Romagna occidentale.

Le perturbazioni si attenueranno solo nella seconda parte della prossima settimana per effetto dell”anticiclone di San Valentino. Gli accumuli di pioggia previsti saliranno oltre i 50 mm e, localmente, fino a 100 mm. Critiche invece le zone alpine per quanto riguarda le precipitazioni nevose. Sono previste infatti nevicate diffuse, al di sopra dei 500-700 metri, su Valle d’Aosta, Piemonte, Liguria, Lombardia, fino a 200-400 metri sul Piemonte meridionale e sull’entroterra ligure, in estensione a Veneto e Friuli Venezia Giulia al di sopra dei 700-900 metri, con apporti al suolo da moderati ad abbondanti.

pioggSi contano intanto i danni già causati dal maltempo negli ultimi giorni: Ad Ardesio, nella Bergamasca, si muove ancora la valanga che si è staccata mercoledì scorso dal monte Secco. 14 al momento gli sfollati trasferiti nelle ex scuole elementari del paese. Mentre in Toscana un nubifragio ha colpito la Maremma causando una grande frana lungo la provinciale 53 di Tatti, che è stata chiusa per ragioni di sicurezza.

Altre tre frane hanno interessato la Liguria: la prima si è abbattuta nella notte tra sabato e domenica sull’Aurelia, a Campo Mele, costringendo alla chiusura di un tratto tra Laigueglia e Andora; la seconda si è verificata sulla Milano Genova e l’ultima a Genova, nel quartiere San Teodoro. Non è stato necessario nessun intervento di evacuazione.

Isadora Casadonte