UltimaEdizione.Eu  > 

Il sedano! Vero tesoro. Infinite proprietà salutari ed alimentari

Il sedano! Vero tesoro.  Infinite proprietà salutari ed alimentari

Già nel 9 ° secolo a. C. le foglie di sedano erano utilizzate per le riconosciute proprietà medicinali. L’uso di sedano come alimento, tuttavia, ha messo radici in Europa solamente a partire dal 1700.

Il sedano è una di quelle verdure che tendono a rimanere nel fondo del cassetto delle verdure perché finisce per essere utilizzato solo quando è il momento di fare la zuppa, in quanto è un ingrediente base utilizzato nella maggior parte dei brodi e delle zuppe. Si tratta di un ortaggio umile e spesso trascurato.

Invece, ci sono almeno cinque ragioni per consumarlo il più frequentemente possibile

– Alto contenuto di sostanze nutritive e fibre. Basso contenuto di calorie. Una costola di sedano contiene solo 20 calorie, ma poiché è un’ottima fonte di fibre, farà sentire lo stomaco pieno ed assorbendo poche calorie. Per le persone che hanno la necessità di sgranocchiare e masticare, ma stanno cercando di ridurre il consumo di cibi calorici, il sedano è imbattibile. Il sedano è anche ad alto contenuto di vitamina C. Contiene potassio, acido folico, vitamine B6, B2, B1 e calcio.
cespi di sedano
– Protegge contro il cancro. Il sedano, infatti, contiene composti fitochimici chiamati cumarine rivelatesi in grado di prevenire i tumori e di migliorare l’attività dei globuli bianchi. Costituisce anche un aiuto al sistema vascolare e contro l’emicrania.

– Abbassa la pressione sanguigna e diminuisce il colesterolo. Il sedano contiene il 3NB, un composto utile ad abbassare la pressione sanguigna. Una piccola quantità di questo composto sembra sia in grado di abbassare la pressione sanguigna dal 12-14 per cento ed il colesterolo del 7 per cento. Gli esseri umani possono ottenere, dunque, la dose equivalente di questo composto mangiando solo 4-6 costole di sedano.

– Contro i dolori di artrite, fibromialgia, e gotta. Il 3NB ha anche dimostrato le capacità antidolorifiche antidolorifico nel caso di artriti, fibromialgia e gotta. Gli studi che sono stati condotti utilizzano una forma concentrata dal derivato del seme vegetale di sedano contenente l’85 per cento di 3NB. Durante lo studio condotto dall’Università del Queensland, in Australia, a 15 soggetti affetti da artrosi, osteoporosi o gotta sono stati somministrati 34 mg di estratto di semi di sedano due volte al giorno. Dopo tre settimane la riduzione media del dolore è stata del 68 per cento, mentre ad alcuni soggetti sono scomparsi del tutto.
atlete
– Aiuta a reintegrare gli elettroliti. Un atleta soggetto a perdere molti liquidi corporei a causa di una forte sudorazione durante un esercizio fisico può sostituire una costola di sedano alle bevande zuccherate o ai cosiddetti integratori una bevanda zuccherata per ottenere un risultato migliore grazie all’alto contenuto di potassio e sodio nel sedano.

Domenico Cuore