UltimaEdizione.Eu  > 

I Lincei in difesa di Accademia Scienze Russa per una riforma che ne minaccia l’autonomia

I Lincei in difesa di Accademia Scienze Russa  per una riforma che ne minaccia l’autonomia

“Profonda preoccupazione è espressa dall’Accademia Nazionale di Lincei per le notizie in merito alla possibilità di una riforma che cambierebbe l’organizzazione dell’Accademia Russa delle Scienze privandola della propria autonomia”. Lo scrivono il Prof. Lamberto Maffei e Prof. Alberto Quadrio Curzio, rispettivamente Presidente e Vicepresidente dell’Accademia dei Lincei in una lettera inviata al Presidente della Duma Sergey Naryshkin e al Ministro Russo dell’Istruzione e della Scienza Dmitry Livanov.

In questi giorni gli scienziati di tutto il mondo stanno rispondendo all’appello dei loro colleghi russi, preoccupati per le negative conseguenze di una nuova normativa in via di approvazione che priverebbe delle sue prerogative la prestigiosa Accademia delle Scienze Russa, fondata dallo Zar Pietro il Grande nel 1724.

accademia1“Noi teniamo l’Accademia Russa delle Scienze nella massima considerazione ¬– prosegue la lettera – e nel corso degli anni abbiamo avuto il piacere di collaborare con illustri scienziati russi che appartengono a questa antica Istituzione. L’Accademia Nazionale dei Lincei desidera ribadire e sottolineare l’importanza di conservare l’autonomia e l’indipendenza delle accademie delle scienze perché queste possano adempiere alla propria funzione. Questo tema è stato specificamente trattato anche nell’incontro dei Ministri della Scienza e dei Presidenti delle Accademie tenuto nell’ambito del G8 lo scorso 12 giugno a Londra presso la Royal Society”.

“L’Accademia Nazionale dei Lincei – scrivono ancora i massimi responsabili della prestigiosa Istituzione – ritiene, inoltre, che ogni trasformazione di un’accademia debba avvenire con il consenso e la massima partecipazione degli accademici sulla base di un rapporto di collaborazione tra istituzioni politiche e scientifiche”.

Per tali ragioni, accademia 10Sergey_Narishkin_220111_3proseguono i Professori Maffei e Quadrio Curzio nella lettera indirizzata al ministro russo e al presidente della Duma, “consideriamo essenziale che le accademie nazionali delle scienze così come le organizzazioni accademiche internazionali vengano informate ed i contenuti e gli sviluppi della riforma dell’Accademia Russa delle Scienze vengano chiariti, nella speranza che Ella voglia continuare a sostenere l’indipendenza della prestigiosa Accademia delle scienze del suo Paese. Nel ringraziarla per la sua attenzione, auspichiamo che la collaborazione tra l’Accademia Russa delle Scienze e l’Accademia dei Lincei possa continuare per la promozione della cultura e della scienza in un mondo pacificato”.

Lamberto Maffei e Alberto Quadrio Curzio
Presidente e Vice Presidente Accademia Nazionale dei Lincei