UltimaEdizione.Eu  > 

Germania: allarme per miliardi di uova inquinate. Vengono dall’Olanda

Germania: allarme per miliardi di uova inquinate. Vengono dall’Olanda

La grande catena dei supermercati Aldi ha ritirato in Germania  tutte le uova in vendita perché potrebbero essere stati contaminati da insetticidi. La contaminazione sarebbe quella da fipronil chimico, utilizzato per trattare i pidocchi e le zecche nei polli e capace di danneggiare i reni, il fegato e le ghiandole tiroide dei consumatori. Questa sostanza sarebbe stata  trovata nelle uova prodotte nei Paesi Bassi.

Secondo le dichiarazioni di un funzionario tedesco le uova contaminate potrebbero essere di un numero superiore  ai  10 milioni tra quelle vendute in Germania.

180 aziende di allevatore di polli nei Paesi Bassi sono state temporaneamente chiuse nei giorni scorsi e messe setto indagine.

Si ritiene che numerose siano le catene di supermercati tedeschi e nel resto d’Europa che stanno vendendo uova contaminate, ma per ora il gruppo  Aldi, con quasi 4.000 negozi in Germania – è il primo a cessarne la vendita per  precauzione, anche se le autorità sostengono che non sono ancora certe le eventuali conseguenze per tutti i consumatori.

I Paesi Bassi sono i più grandi esportatori europei di uova e loro derivati con una esportazione pari a circa il 65% dei 10 miliardi di uova prodotte ogni anno.